[REGIONE UMBRIA] LAGO TRASIMENO: “INTERVENIRE SUGLI INSETTI CHIRONOMIDI PER SALVAGUARDARE STAGIONE TURISTICA 2017” – LEONELLI (…

da
Advertising

Il consigliere regionale del Partito democratico, Giacomo Leonelli, annuncia la presentazione di una interrogazione alla Giunta di Palazzo Donini in cui chiede di “conoscere quali tempestive iniziative e quali stanziamenti sono stati previsti per risolvere la problematica dei chironomidi al lago Trasimeno e salvaguardare la stagione turistica 2017”.

 

(Acs) Perugia, 8 marzo 2017 – “La Giunta di Palazzo Donini spieghi quali tempestive iniziative e stanziamenti sono stati previsti per risolvere la problematica dei chironomidi al lago Trasimeno e salvaguardare la stagione turistica 2017”. Lo chiede, con una interrogazione di cui annuncia la presentazione, il consigliere regionale del Partito democratico, Giacomo Leonelli, ricordando l’interrogazione già presentata sulla stessa materia (http://www.consiglio.regione.umbria.it/informazione/notizie-acs/lago-tra…) lo scorso anno.

Leonelli spiega che “i chironomidi, se non sottoposti a controllo e contenimento rischiano di infestare pesantemente l’area del bacino del Trasimeno durante i mesi estivi. La stagione turistica dell’estate 2016 è stata funestata dalla presenza di questi insetti, causa anche il non tempestivo intervento delle autorità competenti, che ha reso impossibile la disinfestazione delle larve degli insetti nei mesi più funzionali a tale intervento. L’emergenza di tale evento è stata tale da creare danni alle attività economiche, turistiche e ricettive di tutto il territorio del Trasimeno, oltre che problematiche di ordine igienico ai residenti, facendo provvedere in alcuni casi interventi da parte di privati cittadini ed imprese locali”.

Il consigliere regionale rileva inoltre che “la stagione turistica è ormai alle porte, ed inizia con il cosiddetto ‘danno indiretto’ che il terremoto ha provocato anche in zone umbre distanti dai luoghi del sisma, come l’area del Trasimeno, al punto da determinare una fondata preoccupazione tra gli operatori turistici per la tenuta della stagione estiva”. MP/

Fonte: Regione Umbria

Advertising