Firenze Festa della Bandiera in Palazzo Vecchio con oltre 200 bambini delle scuole

da
Advertising

Una festa in onore del Tricolore che vedrà protagonisti i ragazzi delle scuole. Venerdì prossimo, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si terrà la giornata conclusiva del progetto dei Rotary Club dell’Area Medicea 1 e 2 in collaborazione con l’ufficio scolastico regionale

Si comincia alle 9.30 in Palazzo Vecchio, imbandierato per l’occasione: il 17 marzo è l’anniversario dell’Unità d’Italia e si celebra la ‘Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera’.

Nel Salone dei Cinquecento, alla presenza di oltre 200 tra studenti la festa prenderà il via con gli onori alle bandiere (con il coro della scuola militare aeronautica Giulio Douhet) ed i saluti istituzionali della vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi, del governatore del distretto 2071 Rotary e del direttore generale dell’ufficio scolastico.

Subito dopo la premiazione del concorso a carattere grafico- pittorico (indetto dall’assessorato all’educazione e dai Rotary Club dell’Area Medicea 1 e 2 e con gli altri partner dell’evento) sul tema ‘Il Tricolore ambasciatore del Genio italiano nel mondo’.

Rivolto agli studenti delle classi prime, seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado era finalizzato a sensibilizzare nei più giovani «il sentimento di appartenenza al territorio facendo conoscere le bellezze e le eccellenze dell’artigianato e delle realtà commerciali fiorentine, oltre ad approfondire le conoscenze della nostra storia e in particolare della nostra bandiera».

In tutto sono stati presentati 255 lavori. I vincitori del concorso effettueranno uno stage di una giornata nelle aziende e botteghe artigiane che hanno sostenuto l’iniziativa.

«Un appuntamento nel quale, ogni anno, si fa il punto su ciò che qualifica la nostra identità nazionale, su ciò che ci rende comunità – ha sottolineato la vicesindaca Giachi – un richiamo non i nostri giovani hanno bisogno di imparare di essere uniti in una comunità. E la bandiera è un invito all’unità».

«Un appuntamento nel quale, ogni anno, si fa il punto su ciò che qualifica la nostra identità nazionale, su ciò che ci rende comunità – ha sottolineato la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi – un richiamo ai nostri giovani che hanno un grande bisogno di imparare a essere uniti in una comunità. E la bandiera è un invito all’unità».

Il Tricolore nacque il 7 gennaio del 1797 a Reggio Emilia. Quell’abbinamento di tre colori venne proposto dal ‘cittadino deputato’ Giuseppe Compagnoni, di Lugo di Romagna e identificò l’embrione del primo Stato italiano: la Repubblica Cispadana. Nel gennaio del 1997, celebrando i duecento anni di vita, venne così istituita la ‘Giornata nazionale della bandiera’.

La giornata di concluderà con il concerto della fanfara dei carabinieri. (fn)

Fonte: Comune di Firenze

Advertising