Firenze Lucia Tanti: “2017/2020: il sistema educativo che verrà. Questa è davvero la buona scuola”

da
Advertising


Nuove assunzioni, sistema interamente convenzionato, quoziente familiare e partecipazione

“Quando abbiamo annunciato che da settembre sarebbe entrata in vigore la tariffa puntuale per le scuole comunali, ciascuno paga in base al proprio Isee in vista di un sistema equo e personalizzato, avevamo anche detto che quello sarebbe stato il primo passo di una rivoluzione”. Così l’assessore Lucia Tanti annuncia i nuovi provvedimenti che l’amministrazione ha preso per le scuole comunali: nidi e scuole dell’infanzia. “Guardiamo avanti – prosegue l’assessore – siamo già proiettati nel triennio 2017/2020 e grazie a questo percorso Arezzo potrà veramente vantare una ‘buona scuola’ come si deve. Alla rivoluzione avviata con la tariffa puntuale aggiungiamo infatti altri elementi: intanto nuove assunzioni di educatori, a conferma di un trend già evidente fin dall’inizio del mandato. Educatori che consentiranno di perseguire un rinnovamento del personale docente e soprattutto di mantenere un nucleo municipale forte senza ulteriori esternalizzazioni. Le scuole comunali resteranno dunque un tassello fondamentale del sistema educativo integrato che, peraltro, questa amministrazione rafforza ulteriormente: con il 2017, infatti, raggiungeremo l’obiettivo dell’accreditamento totale del complesso delle scuole e di conseguenza il 100% del convenzionamento. Si tratta di un aspetto per noi essenziale perché possiamo finalmente dire che le famiglie aretine avranno libera scelta in merito a quale scuola far frequentare ai loro figli”.

Sulle famiglie l’assessore Lucia Tanti ha anche annunciato che “è allo studio da parte degli uffici la composizione dei nuclei familiari, perché vogliamo giungere ad abbinare alla tariffa puntuale anche un sistema di quoziente familiare che consenta di dare sostegno a chi ha un numero maggiore di figli”.

E a proposito di figli e del rapporto Comune-famiglie “fino a sabato 8 aprile – conclude Tanti – sarà in pubblicazione nel sito del Comune di Arezzo il link dove i genitori potranno prendere conoscenza delle linee pedagogiche che caratterizzeranno le scelte educative del personale scolastico. Queste linee contengono un’idea di bambino, che cosa per noi si debba intendere per crescita e insegnamento. Ma siamo disposti al confronto e alla partecipazione: ecco allora che le famiglie potranno portarci a conoscenza delle loro idee in merito durante un open day che si terrà proprio sabato 8 aprile. In quella sede ascolterò personalmente ogni considerazione mi verrà posta per giungere a una piena unità di intenti anche nel delicato ambito della vita dei nostri figli”.

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising