[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Artigianato: Bolzonello, un sistema unito per vincere le sfide in FVG

da
Advertising


Tricesimo (UD), 19 marzo – “Sul palco di questo Teatro oggi hanno sfilato tanti protagonisti e storie di portatori di talento, artigiani che con le loro attività e imprese contribuiscono al benessere economico e sociale della propria comunità, alimentando sviluppo e generando occupazione. Il primo grazie va a loro, il secondo a chi aiuta a coltivare il loro talento, come fa Confartigianato con grande professionalità”.

Lo ha sottolineato il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello concludendo oggi la Festa di San Giuseppe Artigiano, organizzata da Confartigianato Udine per valorizzare l’impegno di 35 imprese e di 50 tra artigiane e artigiani, premiati al Teatro Garzoni di Tricesimo. “Anche la Pubblica Amministrazione deve contribuire ad alimentare il talento – ha aggiunto Bolzonello – e la Regione in questa legislatura, grazie al contatto e colloquio continuo con i vertici di Confartigianato, ha ottenuto risultati straordinari”. Bolzonello ha ricordato, ad esempio, le risorse per il Centro di Assistenza Tecnica alle imprese Artigiane (CATA). “Nel 2013 riceveva un finanziamento di 1 milione di euro, oggi nel 2017 ha a disposizione 4.400.000 euro, con un programma condiviso con Confartigianato”.

Anche nel settore del credito, le risposte non sono mancate. “Per i Consorzi di garanzia fidi siamo passati da zero finanziamenti nella legislatura precedente ai 20 milioni concessi in questi quattro anni”, ha ricordato Bolzonello, rendendo noto che anche per il 2017 saranno garantiti 6 milioni di euro ai Confidi e dichiarando anche l’interesse della Regione per il progetto sul microcredito portato avanti da Confartigianato.

Bolzonello ha poi richiamato che la Regione ha appena varato il Piano Annuale di Settore (PAS) del 2017 che sarà attuato appunto dal CATA e con il quale sono previsti ulteriori interventi a sostegno del comparto con incentivi per l’avvio di nuove imprese, il rafforzamento competitivo degli artigiani e progetti di valorizzazione dei mestieri.

Tra le sfide future, Bolzonello ha indicato l’impegno ad accompagnare le imprese, anche le più piccole, nel mondo dell’innovazione e continuare nella riduzione dei tempi delle istruttorie da parte della Pubblica Amministrazione. “Stiamo mettendo il massimo impegno nello snellimento burocratico: abbiamo già dimezzato i tempi sui tre quarti delle procedure dei bandi dal momento della presentazione della domanda a quello in cui viene stilata la graduatoria per i contributi. L’obiettivo è arrivare a 60 giorni su tutte”.

Infine, da Bolzonello un appello all’unità. “Basta guardare alla nostra storia per capire che siamo stati vincenti solo quando siamo stati uniti. Invece in questo momento ci sono molte forze che stanno cercando di spaccare, di dividere: è la cosa più sbagliata”, ha commentato il vicepresidente. Nel suo intervento, il presidente di Confartigianato Tilatti, nell’auspicare la necessità di una “buona politica”, aveva riconosciuto alla “politica regionale e locale di essere stata sempre vicina agli artigiani”. “Non così ha fatto quella nazionale”, ha aggiunto il presidente di Confartigianato, richiedendo “una legge a tutela del diritto di essere imprenditore, a tutela della propria famiglia, che dia certezza anche ai nostri diritti, simile allo statuto dei lavoratori”.

ARC/EP

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising