[Lucca] LUCCA. Educazione sessuale, un tema ancora “tabù”

da
Advertising

Lucca –


 

per le scuole italiane, al punto che è stata la FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica) a tradurre in italiano gli Standard per l’Educazione Sessuale in Europa e la Guida alla realizzazione dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’Unione Europea ha sanzionato l’Italia per questo, queste direttive sono da anni prassi negli altri Stati dell’UE. Ma qui a Lucca, per la prima volta, le scuole aprono ad un confronto e soprattutto ad una vera e propria serie di incontri a tema, rivolti a studenti e famiglie. Il gruppo Esedra Scuole, infatti, in collaborazione con il Centro DAS di Lucca, ha organizzato per giovedì 23 una iniziativa denominata “Progetto di educazione al benessere sessuale”.

Relazioneranno la dottoressa Manuela Giuliani (sessuologa e docente di Psicologia all’Università di Pisa), la dottoressa Azzurra Brandi (psicologa dell’età evolutiva) e Chiara Nanini (ginecologa e sessuologa). L’incontro, che si terrà nell’aula magna del polo Esedra Scuole in viale San Concordio, si snoderà dalle 10.30 alle 12.30 in due percorsi didattici tra loro complementari. Una prima area più socio relazionale, tratterà i temi dei significati del benessere sessuale da una prospettiva psicologica, affettiva, relazionale, sociale e valoriale; e la differenza tra intimità, affettività e relazionalità. Il secondo percorso, che si svolgerà il prossimo 20 aprile sempre a Lucca, tratterà di aspetti più diretti come i significati del rapporto sessuale: relazionale e comunicativo, biologico e procreativo, emotivo e affettivo; sessualità e internet; i metodi contraccettivi e la prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale.

Un’iniziativa a tutto tondo, che intende colmare un vuoto normativo e soprattutto di contenuti che imperversa nella scuola italiana. Gli incontri, aperti sia a genitori che a ragazzi, sono uno strumento importante per prendere consapevolezza con queste tematiche, di cui si parla ancora troppo poco: “Con la collega Chiara Nannini, abbiamo fatto un percorso di formazione impegnativo della durata di diversi anni che ci ha formato in Sessuologia Clinica – afferma Manuela Giuliani – e questi incontri vogliono essere solo l’inizio di un percorso che porti tutti ad avere più consapevolezza su questi temi. Infatti, i sessuologi clinici sono quelli iscritti all’Albo della FISS, diffidate da quelli che millantano conoscenze in questo settore, e non hanno le adeguate competenze”. Insomma, non sarà il classico incontro sulla prevenzione delle malattie sessuali, quanto un approccio nuovo: “Abbiamo accolto favorevolmente la proposta fattaci dalle esperte del Centro Das di Lucca – afferma la vicedirigente scolastica Arianna Fanani -, perché la scuola deve andare oltre le discipline di programma, e aprirsi alla società. E questo tema della sessualità è ancora tabù per studenti e famiglie. Una scuola deve essere aperta, senza preclusioni”. 

Fonte Verde Azzurro

Advertising