[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Crisi Burgo: Panariti, possibile cessione linea produttiva Duino

da
Advertising


Nuovi orizzonti da riunione a Roma, prossimo incontro 8 maggio



Roma, 20 marzo – L’interesse di un soggetto nazionale per l’acquisizione della linea produttiva attualmente non in funzione (la numero due) e l’aggiornamento al prossimo 8 maggio del tavolo ministeriale per fare il punto sull’operazione.

Questo l’esito dell’incontro che si è tenuto oggi a Roma, al ministero dello Sviluppo economico (Mise), sulla situazione dello stabilimento di Duino (Trieste) della Cartiera del Timavo di proprietà del gruppo Burgo. Presenti, oltre all’assessore al Lavoro del Friuli Venezia Giulia, Loredana Panariti, l’amministratore delegato dell’azienda, Ignazio Capuano, Manuela Gatta dell’Unità per la Gestione delle Vertenze delle imprese in crisi (Ugv), le Organizzazione sindacali nazionali e territoriali di categoria Fistel-Cisl, Slc-Cgil, Uilcom-Uil e le Rsu.

Nel dettaglio, i vertici di Burgo, sollecitati dalle rappresentanze sindacali, hanno comunicato che sono attualmente in corso degli approfondimenti con una società italiana del settore che potrebbe essere interessata all’acquisto della linea due. L’amministratore delegato ha inoltre manifestato la volontà dell’azienda, nel caso la trattativa non portasse ad un esito positivo, di continuare comunque a ricercare una soluzione per il futuro dei lavoratori.

Sono infatti 125 gli esuberi su un totale di circa 340 addetti: una crisi gestita finora grazie ai Contratti di solidarietà (Cds), che hanno consentito a tutte le maestranze di continuare a lavorare, con un taglio di media del 20 per cento sullo stipendio e la riduzione delle giornate lavorative settimanali.

Da parte sua, Panariti ha sottolineato che la Regione è pronta a confrontarsi con quella che sarà l’eventuale nuova azienda, per individuare tutti gli strumenti necessari al supporto del piano industriale e per ragionare insieme sulle politiche del lavoro più idonee, anche in tema di formazione professionale, ad accompagnare questo passaggio.

Sul fronte dei Contratti di solidarietà, l’assessore ha ricordato come sia già stato erogato dalla Regione il contributo regionale di circa 400 mila euro, aggiuntivo all’indennità di cassa statale, per il primo anno (dal 1 febbraio 2016 al 31 gennaio 2017).

Panariti ha anche evidenziato che il sito della Cartiera di Duino è stato riconosciuto, a seguito della candidatura presentata dalla direzione regionale Attività produttive, come area di crisi non complessa, con la conseguente opportunità di poter intervenire favorendo gli investimenti delle imprese attraverso incentivi mirati, sia di carattere nazionale che regionale.

I sindacati, esprimendo qualche elemento di preoccupazione, hanno messo l’accento sulla tempistica dell’operazione, evidenziando la necessità che tutto l’iter della cessione della linea produttiva venga espletato nell’ambito della copertura triennale dei Cds (scadenza 31 gennaio 2019).

Infine, le parti hanno concordato di fissare un nuovo incontro, sempre nella sede del Mise a Roma, il prossimo 8 maggio alle ore 13. ARC/GG/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising