[ REGIONE TOSCANA ] Toscana ospite al Salone del Libro di Torino. Rossi: “La cultura abbatte i muri”

da
Advertising

FIRENZE – Sarà la Toscana la regione ospite della XXX edizione del Salone internazionale del Libro di Torino in programma dal 18 al 22 maggio. Un appuntamento con cui la Toscana sarà presente con gli editori, i festival, le biblioteche e soprattutto con l’esperienza maturata in questi anni sul terreno della promozione della lettura e in genere della cultura.

“Saremo protagonisti di un salone quest’anno profondamente rinnovato, ma che rimane l’appuntamento centrale per tutto ciò che è e rappresenta il mondo del libro”, spiega il presidente Enrico Rossi. “In un’edizione che intende evidenziare il ruolo della cultura per superare chiusure, pregiudizi, razzismi, lo stesso nostro stand si presenterà con un muro abbattuto dalla forza dei libri, cioè della cultura, nella consapevolezza di quanto sia fondamentale ruolo  della lettura nella crescita di personale di ciascuno, come persone e come cittadini”.

A Torino la Toscana sarà presente con una ricchezza e pluralità di esperienze che si manifesta anche nel numero delle biblioteche, ben 1.100 (di cui 340 comunali), organizzate in 12 reti documentarie. Sono numeri frutto anche di grandi investimenti, se si pensa che nel decennio 1999-2008 Regione ed enti locali hanno speso 42 milioni per 70 strutture.

“La nostra presenza – spiega la vicepresidente Barni – ruoterà intorno a temi che ci sono particolarmente cari, il superamento dei confini, fisici e culturali, che oggi ritornano e la bibliodiversità, da difendere e rilanciare in un contesto di mercato molto difficile non solo dal punto di vista economico, ma anche della qualità e pluralità dell’offerta. La Toscana si presenterà a Torino come una terra fervida e giovane mettendo in risalto tutta la sua vivacità artistica e culturale, con un’attenzione particolare al pubblico più giovane, anche attraverso il teatro, l’arte contemporanea e la musica”.

Tutto questo in un contesto nazionale in cui, come ricordò l’anno scorso, proprio a Torino, Tullio De Mauro, ospite allo stand della Regione Toscana,  le persone che leggono davvero due o tre libri l’anno sono il 32 e la percentuale di adulti italiani in età di lavoro con gravi difficoltà con la carta stampata è del 70 per cento.

Al Salone la Regione Toscana parteciperà con un programma che ruota intorno ad alcuni grandi temi, alla cui da tempo è impegnata con le sue politiche di valorizzazione, per esempio quello della Francigena e dei cammini, oppure della Memoria. 

Fonte: Regione Toscana

Advertising