Firenze Piazza del Carmine, Amato (AL): “L'amministrazione nega qualsiasi incontro pubblico di informazione e di confronto con i residenti sul progetto di riqualificazione della piazza”

da
Advertising

“I consiglieri del PD votano contro la proposta di un qualsiasi incontro pubblico di informazione e di confronto con i residenti dell’Oltrarno sulla riqualificazione di piazza di Carmine, negando persino l’organizzazione di un appuntamento pubblico per la presentazione del progetto comunale sulla piazza, così da informare e farlo conoscere e discutere ai cittadini”. Così stigmatizza Miriam Amato, consigliera di Alternativa Libera, la bocciatura in commissione urbanistica della mozione che aveva presentato in gennaio.

“A dicembre la giunta si era resa disponibile a una presentazione pubblica del progetto del Comune su piazza del Carmine”, ricorda la consigliera, facendo riferimento a una risposta dell’assessore Giorgetti a una sua interrogazione di dicembre: “Per questo avevo chiesto un impegno preciso e concreto per organizzare un appuntamento pubblico, in tempi brevi, anche in forma di Maratona d’ascolto, per l’informazione ed il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte relative alla progettazione paesaggistica ed all’uso di piazza del Carmine”. La consigliera evidenzia che “i residenti dell’Oltrarno non risultano essere adeguatamente informati né sul progetto del Comune, né sul progetto elaborato dall’Università di Architettura, con cui l’amministrazione ha aperto un tavolo di confronto”.

Bocciata anche la proposta della consigliera di “valutare la richiesta dell’Ordine degli Architetti di Firenze di effettuare per piazza del Carmine e per le altre piazze storiche di Firenze, da riqualificare e riprogettare, di procedere a un articolato “percorso partecipato” istituzionale, promosso direttamente dal Comune, a cui far seguire un concorso di idee internazionale”. “L’amministrazione vuole realizzare gli interventi in Oltrarno senza la condivisione e la partecipazione dei residenti che va promossa con atti ufficiali non sul giornale”, conclude Amato. (s.spa.) 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising