[REGIONE UMBRIA] ASSEMBLEA LEGISLATIVA: “LA LEGGE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI SESSUALI NON VADA IN AULA IL 28 MARZO. NECESSARIO R…

da
Advertising

Il capogruppo della Lega nord a Palazzo Cesaroni, Emanuele Fiorini, chiede alla presidente dell’Assemblea legislativa di “non iscrivere all’ordine del giorno della seduta di martedì 28 marzo l’atto riguardante la legge contro le discriminazioni sessuali, considerato che già in occasione dell’ultima seduta erano stati evidenziati problemi relativi alla copertura finanziaria”.

(Acs) Perugia, 22 marzo 2017 – “La presidente Donatella Porzi non iscriva all’ordine del giorno della seduta di martedì 28 marzo l’atto riguardante la legge contro le discriminazioni sessuali, considerato che già in occasione dell’ultima seduta erano stati evidenziati problemi relativi alla copertura finanziaria”. Lo chiede il capogruppo della Lega nord a Palazzo Cesaroni, Emanuele Fiorini.

Fiorini spiega che “i motivi ostativi all’iscrizione all’ordine del giorno che sono già stati evidenziati e non possono essere superati con un emendamento presentato dalla presidente della Giunta regionale che, tra l’altro, nemmeno era tra i proponenti della legge in argomento (Chiacchieroni, Leonelli e Solinas). Un emendamento che sarà votato in Aula e non in III Commissione, come invece le procedure richiederebbero”.

Secondo l’esponente dell’opposizione consiliare “il percorso intrapreso rappresenta un atto di prepotenza della maggioranza nei confronti del ruolo delle istituzioni regionali, dei consiglieri e delle regole che governano i rapporti tra maggioranza e minoranza. Auspichiamo pertanto che questa norma non venga trattata in Aula il prossimo 28 marzo, ma che torni in Commissione per le necessarie modifiche sulla copertura finanziaria”. RED/mp

Fonte: Regione Umbria

Advertising