Firenze Aeroporto e nuovo stadio. Silvia Noferi (Capogruppo M5S): “Le differenti visioni fra Sindaco e assessore Bettarini”

da
Advertising

“Il 10 marzo scorso durante la conferenza stampa del sindaco Nardella e Andrea Della Valle è stato

presentato il progetto del nuovo Stadio.

Alla domanda precisa se sono stati valutati i rischi della vicinanza con la pista del nuovo aeroporto il Sindaco – racconta la capogruppo del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi – ha risposto seccamente: “Che non ci sono pericoli né per la pista attuale né per la pista futura”.

Ma in data 14 marzo 2017 l’assessore Bettarini rispondendo alla mia interrogazione n.2017/00495 dichiara riguardo al progetto del nuovo stadio che “non sono state verificate le eventuali interferenze con il progetto della nuova pista”.

Nero su bianco.

Non siamo nuovi in Consiglio comunale alle differenti visioni fra il Sindaco e l’assessore Bettarini, lo abbiamo potuto constatare in occasione di piazza dei Ciompi, di Mc Donald in piazza Duomo e in altre occasioni ma questa volta si tratta di una cosa molto più grave.

Non solo per l’entità dei soldi che sono in ballo nei due progetti, circa 700 milioni per l’aeroporto più 420 milioni per lo stadio, ma anche perché si parla della sicurezza dei voli e degli abitanti sorvolati, che non sono proprio quattro gatti.

Ci domandiamo a questo punto – aggiunge Silvia Noferi – da dove venga la sicurezza del Sindaco nell’affermare con tanta determinazione che non esistono pericoli perché “è stato valutato” il progetto.

Ma chi lo ha valutato il rischio in Comune?

Chi ha studiato le mappe di rischio se non sono state nemmeno inserite nel progetto di Toscana Aeroporti?

Come può un Sindaco fare dichiarazioni non supportate da elementi tecnici precisi?

I dubbi da sciogliere a questo punto sono molteplici e attendiamo con ansia le risposte, in particolare vorremmo sapere:

1. Se l’altezza del nuovo stadio (che verrà costruito su una piattaforma per evitare il rischio esondazione dell’Arno) sarà compatibile con le rotte della nuova pista;

2. se lo stadio rientra nelle zone di interdizione intorno agli aeroporti stabilite dal codice internazionale;

3. se nel progetto del nuovo stadio è stato valutato l’impatto sullo skyline della città come previsto dalle Zone Buffer individuate da UNESCO (Interrogazione n.2017/00495 in attesa di risposta)

Stamani – prosegue la capogruppo del Movimento 5 Stelle – in tutti i comuni della Piana fiorentina e pratese i consiglieri del M5S hanno depositato una mozione per chiedere ai rispettivi sindaci di sollecitare la pubblicazione della relazione della commissione ministeriale per la Valutazione di Impatto Ambientale che giace nei meandri del Ministero dal 2 dicembre scorso.

Solo dopo la lettura della relazione potremo avere un’idea più chiara sul fatto se le due infrastrutture siano compatibili o meno e, per questo, chiediamo al Sindaco di sollecitarla.

Visto che tutto è fermo in attesa del parere della Commissione VIA ci sembrerebbe doveroso chiedere di sbrigarsi al Ministero.

Altrimenti – conclude Silvia Noferi – come farà il Sindaco a realizzare negli ultimi due anni e due mesi “i due punti fondamentali del programma politico amministrativo della Giunta comunale in carica”? (Assessore Gianassi 13 gennaio 2017).

Considerando che queste due infrastrutture, sempre come dichiarato dall’assessore Gianassi, “determineranno un forte incremento della qualità della vita nel quadrante nord-ovest della città”e sarebbe importante capire come e perché”. (s.spa.)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising