LIVORNO Primo Piano – Sesta edizione JAM

da
Advertising

Livorno –


Sesta edizione JAM - Jazz Apreciation Month Livorno Aprile 2017

La rassegna si chiuder il 30 aprile nella giornata mondiale Unesco del Jazz

Sesta edizione JAM – Jazz Apreciation Month Livorno Aprile 2017

Ricco programma di appuntamenti promossi dal Comitato Unesco Jazz Day di Livorno

Livorno, 24 marzo 2017 –  La grande musica jazz, ma non solo. Concerti, conferenze, presentazione di libri e mostre, sono circa quaranta gli appuntamenti in programma a Livorno nel mese di aprile dedicati al più spettacolare fenomeno musicale dell’ultimo secolo: il Jazz, simbolo di multietnicità, solidarietà, internazionalismo, interclassismo, comunicazione.
Tanti e variegati dunque gli appuntamenti che compongono il ricco programma della sesta edizione del JAM Jazz Appreciation Month Livorno Aprile 2017 (in allegato) a cura del Comitato Unesco Jazz Day Livorno; evento che ha il patrocinio ufficiale di Unesco Italia e la collaborazione del Comune di Livorno e del Club Unesco Livorno.

Il Jazz torna in città per il sesto anno consecutivo  e sarà la colonna sonora del mese di aprile dell’International Jazz Day promosso dall’Unesco, che terminerà come di consueto il 30 aprile giornata mondiale Unesco del Jazz; un appuntamento, quello di quest’anno, caratterizzato dai 100 anni dell’incisione del primo disco di Jazz “Livery Stable Blues – Fox Trot” registrato il 26 febbraio del 1917 dall’Original Dixieland Jass Band.

Tra gli appuntamenti in programma, che vedranno come location di 32 concerti gallerie d’arte, teatri, ristoranti, attività commerciali e librerie della città, da segnalare la mostra del pittore Claudio Calvetti “Tutti i salmi finiscono in…jazz” allestita dal 31 marzo al 30 aprile negli spazi espositivi messi a disposizione dallo showroom Barbieri arredamenti in via dei Fabbri 10 (in zona Picchianti), la mostra “Visioni labroniche jazz”, esposizione di fotografie, sculture e quadri allestita nel Foyer del Teatro Goldoni per tutto il mese.
Questa seconda mostra ha visto tra i suoi organizzatori anche il musicista Alberto Granucci della Noveottovi Agency nonché membro del Comitato Unesco Jazz Day Livorno venuto a mancare improvvisamente qualche giorno fa e al quale la mostra sarà intitolata.

Sono previste anche due presentazioni di libri:  “Sassofoni e pistole” di Franco Bergoglio (domencia 2 aprile al Chioschino di villa Fabbricotti) e “Che razza di musica” di Stefano Zenni (domenica 23 aprile allo Sketch di via Cambini, nella giornata mondiale del libro e del diritto di autore).

La rassegna si concluderà domenica 30 aprile con la tradizionale Jam session al Nuovo Teatro delle Commedie che vedrà salire sul palco decine di musicisti tra cui la Banda Città di Livorno, JazzLab, Matteo Bonti 4 Giacomo Riggi.

Il programma della manifestazione è stato presentato alla stampa venerdì 24 marzo, al Museo di Storia naturale. Presenti, oltre all’assessore alla cultura Francesco Belais, il comitato Unesco Jazz Day Livorno (il giornalista Maurizio Mini, il jazzista Andrea Pellegrini, il presidente della Banda Città di Livorno Massimo Zocchi e la grafica Chiara Carboni). Hanno partecipato anche tutti i soggetti che hanno collaborato alla realizzazione di quello che è ormai considerato l’evento musicale clou di primavera.

Ringrazio molto gli organizzatori per essere riusciti a realizzare un calendario così nutrito di appuntamenti validi – così l’assessore Belaispur non trattandosi tecnicamente di un vero e proprio Festival, non essendoci purtroppo quel sostegno economico che i continui tagli imposti ai Comuni non consentono di elargire, voglio pensarlo esattamente come un Festival per la varietà e la qualità degli appuntamenti in programma che sono certo saranno apprezzatti da tutti i cittadini, appassionati di jazz e non”. 

In allegato la locandina e il programma dettagliato degli eventi.

Advertising