[REGIONE UMBRIA] SICUREZZA: “DALL'IMAM DI PONTE FELCINO AL PROSELITISMO PRO-ISIS, GRAZIE A POLIZIA E MAGISTRATURA PER L&#0…

da
Advertising

(Acs) Perugia, 24 marzo 2017 – “Dieci anni fa, nel 2007, le indagini della Digos sull’imam della moschea di Ponte Felcino che addestrava al terrorismo furono il primo inquietante segnale delle minacce di Al-Qaeda a Perugia. Oggi, nel 2017, la Polizia postale individua una cellula jihadista che faceva proselitismo su Facebook per convincere i seguaci dell’Isis a combattere”. Lo sottolinea il capogruppo di Fratelli d’Italia all’Assemblea legislativa dell’Umbria, Marco Squarta, secondo cui “l’elevato numero di espulsioni dimostra che nella nostra regione la lotta all’Islam radicale non si è mai interrotta. Ringrazio, di cuore, le forze dell’ordine, i nostri servizi di intelligence e i magistrati impegnati in questa dura quanto silenziosa battaglia”. RED/mp

 

Fonte: Regione Umbria

Advertising