[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Turismo: Bolzonello, "Collinbici" coltiva target familiare e slow

da
Advertising

Villalta di Fagagna (Ud), 25 mar – “Il prodotto ‘Collinbici’ è
molto importante per sviluppare il turismo lento così adatto a
questo territorio collinare, uno dei più belli del Friuli Venezia
Giulia, e permetterà di coltivare il target familiare che
permette un’alta fidelizzazione dell’attrattività”.

Lo ha sottolineato il vicepresidente della Regione e assessore
alle Attività produttive Sergio Bolzonello, intervenendo oggi
alla presentazione ufficiale nell’azienda agricola Del Poggio del
progetto “Le colline dei bambini, un nuovo turismo familiare”,
presentato dai Comuni di Fagagna, Moruzzo e Colloredo di Monte
Albano, in collaborazione con operatori economici, associazioni
di volontari del territorio (Osservatorio Sociale di Fagagna
Gruppo territorio e MariTiere di Colloredo di Monte Albano).

Si tratta di un percorso pedonale e cicloturistico di 31
chilometri – il 25 aprile è prevista una ciclopedalata per
inaugurarlo – attraverso alcune delle zone più suggestive della
collinare friulana, che oltre alla ricchezza ambientale e
paesaggistica, vanta borghi antichi, pievi storiche, castelli
medievali, ville nobiliari, oasi naturalistiche, musei, reti di
agriturismo e fattorie didattiche. Lo sbocco naturale è il
collegamento, da un lato, con l’ippovia verso Pagnacco e,
dall’altro, con il percorso dei cammini di San Daniele.

Gli obiettivi del progetto sono incoraggiare l’attività turistica
nella zona, puntando al target delle famiglie, o in generale,
degli adulti che viaggiano con bambini e gruppi scolastici, ma
anche creare un circuito che integri i punti di interesse,
comprese le strutture economiche, sviluppando nuove
professionalità per l’accoglienza turistica.

“Ho molto apprezzato che il progetto abbia previsto anche un
corso di formazione per gli operatori turistici, economici, i
responsabili dell’ufficio turistico e i ragazzi impegnati nella
Pro loco e in altre associazioni: professionalizzare e
strutturare chi si occupa di promuovere il turismo cosiddetto
‘lento’ è importante per adeguare la qualità dell’offerta, in
sinergia con l’apporto fondamentale che viene dalla passione del
volontariato, proprio come accade in questo progetto”, ha
commentato Bolzonello, suggerendo però di attivare la sinergia
con la “Via dei Cammini”, progetto trasfrontaliero tra Fvg e
Carinzia presentato proprio sabato scorso a San Daniele.

“Mettere in collegamento i due percorsi è un’opportunità che va
assolutamente colta, proprio per attrarre ospiti dall’Austria che
sono molto interessati a quest’area”, ha indicato il
vicepresidente, auspicando anche uno stretto contatto e
coordinamento con PromoturismoFvg per elaborare le migliori
risposte nella filiera del turismo lento.

I tre sindaci di Fagagna, Daniele Chiarvesio, di Colloredo, Luca
Ovan, e di Moruzzo, Roberto Pirrò, hanno spiegato nel concreto le
attività realizzate finora: la creazione del percorso pedonale,
che sfrutta sedimi stradali già presenti, con l’installazione di
totem e di 22 cartelli direzionali e promozionali, di aree
didattiche ricreative con giochi per bambini nel complesso
scolastico di Moruzzo e di Ciconicco/Villalta; il corso di
formazione; la realizzazione della mappa cartacea, del video
dell’area e il sito internet (www.collinbici.com).

Partito nel 2009, il progetto è stato finanziato al 50 per cento
dalla Regione con 30 mila euro (bando per la revitalizzazione del
sistema distributivo e turistico), a cui si aggiungeranno proprio
quest’anno ulteriori 25 mila euro (i Comuni, capofila Fagagna,
hanno contribuito con 21 mila euro).

Il sindaco di Fagagna Chiarvesio ha ricordato che Collinbici è a
pieno titolo un’attività attuata sul territorio per la
valorizzazione dell’Ecomuseo della gente di collina che è in
attesa di riconoscimento da parte della Regione e ha il suo
fulcro in Cjase Cocel a Fagagna.
ARC/EP/ppd

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising