Firenze Consiglio Comunale 27 marzo 2017 / i campi delle Caselle diventano pertinenze dello stadio

da
Advertising

Su proposta dell’assessore allo sport, sociale e scuola Lucia Tanti, il Consiglio Comunale ha approvato con 20 voti favorevoli e 2 astenuti la delibera con la quale viene riconosciuto ai due campi da calcio delle Caselle un vincolo di strumentalità e pertinenza a favore dello stadio Città di Arezzo.

L’assessore Lucia Tanti: “l’U.S. Arezzo, società attualmente concessionaria dello stadio comunale, potrà dunque usufruire dei due campi per le attività di allenamento e preparazione atletica della squadra. Il punto era proprio questo: garantire in maniera continuativa una necessità sportiva e uscire da una logica di rapporto conflittuale con realtà private. Il fallimento della società già proprietaria dei campi delle Caselle ci ha permesso di rimettere assieme questi due impianti sportivi e di ‘perfezionare’ lo stadio,  che resta di proprietà comunale, come lo sono i campi delle Caselle. Mettiamo finalmente un punto a una vecchia querelle e per questo ringrazio per il lavoro svolto gli uffici, i dirigenti Chianucci e Biagini e il geometra Zei, il consigliere comunale Paolo Bertini, la società U.S Arezzo, la Uisp e l’Olmo Ponte che hanno ospitato per due anni l’Arezzo calcio ponendo fino al suo girovagare per la provincia. In merito alla eventuale trattativa per i campi adiacenti allo stadio, essa non ha avuto seguito perché già dal primo approccio le posizioni di partenza si sono dimostrate distanti in maniera tale da farci subito recedere”.

L’U.S. Arezzo si assume gli oneri relativi al ripristino della funzionalità dei campi delle Caselle, questo preliminarmente al loro utilizzo, dovrà garantire, compatibilmente con lo svolgimento delle proprie attività, la fruibilità dei campi delle Caselle alle associazioni sportive del territorio che ne faranno richiesta, sarà autorizzata a riscuotere le tariffe di utilizzo determinate annualmente dalla Giunta: “il Comune – ha concluso Lucia Tanti – non fornisce più personale e non paga più le utenze. Abbiamo ovviamente il dovere di monitorare che le opere di ordinaria manutenzione degli impianti sportivi siano svolte come fino a oggi è puntualmente accaduto”.

Alessandro Caneschi annunciando il voto favorevole alla delibera ha però rilevato che “legare i campi delle Caselle allo stadio senza passare per un bando pubblico rappresenta un trattamento un po’ privilegiato. Per l’aggiudicazione degli altri impianti sportivi si ricorre a questo iter. Non possiamo prescindere dall’esprimere le nostre preoccupazioni per le condizioni economiche della società Arezzo e dal dire che i campi più adatti all’allenamento della squadra sono quelli adiacenti allo stadio, come d’altronde l’allora candidato Ghinelli sosteneva in campagna elettorale”.

Anche Massimo Ricci ha rilevato come le condizioni economiche della società siano un punto critico da tenere presente per il futuro mentre Roberto Bardelli ha ricordato che i campi adiacenti allo stadio sarebbero la soluzione migliore se solo fossero venduti a prezzi congrui. Paolo Bertini ha ringraziato “l’assessore per la soluzione dell’annoso problema e gli uffici perché interloquire con i tribunali è stato un lavoro complesso”. Da Francesco Romizi la raccomandazione di vigilare sulla effettiva fruibilità delle Caselle per le altre società sportive. Soddisfazione da parte di Federico Scapecchi.

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising