PORCARI Finto carabiniere tenta di truffare gli anziani – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Si finge carabiniere e si presenta a casa degli anziani soli indossando divisa e cappello. Un travestimento perfetto che ha ingannato una pensionata di San Gennaro, frazione collinare di Capannori nella zona nord. Il trucco non è nuovo, ovvero il carabiniere fasullo si è presentato alla sua porta spiegando di essere stato incaricato di svolgere una indagine su un presunto giro di banconote false nella Piana di Lucca.

È con questa scusa che ha chiesto alla donna di consegnare i soldi per fare gli accertamenti del caso. Il falso militare dell’Arma ha chiesto di ispezionare il denaro, sostenendo che lo faceva per un’indagine su un giro di banconote false. Tutta una messinscena, un raggiro da parte di un impostore che ieri mattina intorno alle 12 di ha fatto visita all’anziana che abita in via delle Vitialle. A raccontare l’episodio Nicoletta Tarabori, figlia dell’anziana, che ha voluto mettere in guardia il vicinato attraverso la pagina Facebook “Sei lucchese se”. «Il ladro era vestito da carabiniere ed ha chiesto soldi a mia madre, minacciandola di perquisire tutta la casa», racconta la donna che appena avvertita dalla vittima del raggiro ha chiamato il 112. A quanto pare il finto carabiniere, con la stessa tecnica, qualche ora dopo ci avrebbe provato con un’altra signora che vive sulla via Pesciatina a Lappato. Anche in questo caso la stessa strategia e le stesse parole per cercare di truffare la donna, a quanto pare agendo con l’aiuto di qualche complice. Su entrambi gli episodi sono in corso accertamenti e indagini da parte dei carabinieri, quelli veri. Un altro caso, invece, è stato segnalato (sempre attraverso i social) nella zona di Tofori.

Sempre più anziani vittime di truffe e raggiri. Finti addetti delle società che vendono l’elettricità o i servizi legati all’acquedotto, finti dipendenti comunali ed ora anche finti carabinieri. Persone, a volte anche dalle buone maniere, che suonano alla porta e con una scusa entrano e raggirano. In poche parole truffatori seriali dai quali è sempre più difficile difendersi.  Tanto che qualche mese fa a Porcari i militari dell’Arma dei carabinieri hanno organizzato un incontro per mettere in guardia

gli anziani e a consigliare di non aprire la porta agli sconosciuti e, in caso di qualunque dubbio, di chiamare immediatamente il numero del pronto intervento dei carabinieri. a Montecarlo sindaco ha inviato alle famiglie vademecum anti truffe.

Nicola Nucci

Fonte: Il Tirreno

Advertising