[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Lavoro: Panariti, informazione e assistenza sono fondamentali

da
Advertising

Tolmezzo 28 mar – “Il tema dell’informazione nelle politiche
attive del lavoro è centrale: l’efficacia dei servizi per
l’impiego si misura proprio nel ridurre l’asimmetria informativa
tra imprese e lavoratori, offrendo assistenza a chi cerca lavoro.
Con la riorganizzazione dell’Agenzia regionale per il Lavoro,
attraverso la quale abbiamo coinvolto le imprese del territorio,
l’orientamento e tutta la filiera della formazione, il nostro
impegno è stato anche quello di far conoscere al territorio quali
sono gli strumenti a disposizione: strumenti costruiti per
mettere in relazione tanti soggetti. Serve un medesimo livello di
informazione e la condivisione di un percorso”.

Lo ha affermato l’assessore regionale a Lavoro e Pari
opportunità, Loredana Panariti intervenendo, oggi, nella sala
convegni dell’Unione territoriale intercomunale (Uti) della
Carnia, a Tolmezzo, al convegno “Con le imprese per la
competitività e l’occupazione”, promosso dalla Regione. Durante
l’incontro l’assessore ha esaminato anche i dati occupazionali
riferiti a Tolmezzo.

“Gli indicatori – ha indicato Panariti – mostrano dei lievi
miglioramenti e questo rappresenta senza dubbio un elemento
positivo. Crediamo di aver avuto un ruolo, come Agenzia regionale
per il lavoro, nel pur lieve miglioramento evidenziato, tenuto
anche conto dell’impegno profuso per costruire una rete con il
territorio per mettere a disposizione dei lavoratori le
opportunità, agevolandoli nella ricerca di un impiego e per
creare le condizioni più favorevoli per lo sviluppo
dell’occupazione”.

Panariti ha evidenziato l’importanza che ha la costruzione della
fiducia tra i diversi soggetti che si occupano di lavoro “che
riguarda tutta la comunità – ha osservato -. La fiducia fa
crescere un territorio, crea capitale sociale e si raggiunge
attraverso la condivisione fra diversi soggetti di alcuni
obiettivi e con l’impegno profuso per raggiungere questi
obiettivi. Per questo motivo è importante rimarcare il ruolo dei
servizi pubblici per il lavoro. Questo tipo di fiducia si
costruisce con strumenti e mettendo in relazione i portatori di
interesse. Oggi siamo qui per questo”.

“I dati occupazionali su Tolmezzo – come ha ricordato il sindaco
di Tolmezzo, Francesco Brollo – mostrano un saldo positivo che
nel 2016 ha fatto registrare un +51 per cento fra cessazioni e
nuove assunzioni. E’ una piccola inversione di tendenza, negli
ultimi anni il saldo era negativo”.

I dati nel 2016 in Carnia, sempre citati da Brollo, hanno
registrato un -81 per cento “il dato è negativo ma è il miglior
dato rispetto agli ultimi anni. Le cifre non ci raccontano tutto
ma ci offrono un fotografia che mostra che ci sono state delle
occasioni di ripresa”.

L’incontro ha voluto dare conto, alle aziende, degli strumenti e
dei servizi a disposizione delle imprese con l’illustrazione
degli incentivi regionali e nazionali, dei fabbisogni formativi e
occupazionali oltre che delle misure relative al collocamento
mirato.

Sono stati presentati, infatti, i principali strumenti di
incentivazione per favorire la competitività (a sostegno di
investimenti, ricerca sviluppo e innovazione) e i provvedimenti
di Politica attiva del lavoro (incentivi e agevolazioni alle
assunzioni, Piano integrato di politiche per l’occupazione e il
Lavoro (Pipol)/Garanzia Giovani, legge regionale 18/2005,
interventi contenuti nella legge regionale di Stabilità 2017).

Gli interventi tecnici sono stati curati da diversi responsabili
di struttura dell’Agenzia regionale per il lavoro e della
direzione centrale Attività produttive della Regione.
ARC/LP/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising