[Lucca] Venerdì pomeriggio all’Agorà si inaugura una nuova sezione della biblioteca dedicata a “Sovranità alimentare, agricoltura e cibo locale”

da
Advertising

Lucca –

Venerdì pomeriggio all’Agorà si inaugura una nuova sezione della biblioteca dedicata a “Sovranità alimentare, agricoltura e cibo locale”

L’iniziativa fa parte integrante del progetto 100mila orti in Toscana

Un altro tassello per gli Orti lucchesi che fanno parte del progetto 100mila orti in Toscana. In contemporanea con l’orto, crescerà infatti all’Agorà anche una nuova sezione della biblioteca civica.  

L’Agorà ospita uno degli orti urbani e, da venerdì, anche la nuova sezione della bilbioteca civica dedicata a “Sovranità alimentare, agricoltura sostenibile, cibo locale”, che sarà inaugurata proprio venerdì 31 marzo alle 17.30 alla presenza del sindaco Alessandro Tambellini e con la partecipazione di Cinzia Scaffidi, vicepresidente di Slow Food Italia che presenterà il suo libro “Mangia come parli” (Giunti editore)  perfettamente in tema con la giornata.

Per tutto il pomeriggio, alla biblioteca, sarà attivo un laboratorio per bambini dai 3 ai 12 anni dal titolo “Gustando s’impara” a cura dell’associazione “Giardini del Futuro” per intrattenere i più piccoli e garantire la massima partecipazione alle famiglie. La giornata si concluderà con il sopralluogo nell’orto dove ci sarà per tutti un assaggio della Zuppa di Slow Beans, l’ormai famosa zuppa della rete dei produttori dei presidi Slow Food di legumi di tutta Italia, preparata dalle cuoche di terra madre e offerta dai produttori del presidio Slow Food del Fagiolo Rosso di Lucca.

L’orto dell’Agorà, situato nello spazio tra via dell’arcivescovato e via Vallisneri, sarà gestito con un progetto coordinato da Giardini del Futuro in collaborazione con SlowFood Lucca Compitese Orti Lucchesi, Caritas diocesana, Centro missionario, Equinozio, a cui anche i cittadini sono invitati a partecipare. Ospitato in uno spazio storicamente utilizzato per la produzione di ortaggi del convento, è un tentativo di riportare piccole esperienze agricole in città e soprattutto di creare momenti di condivisione e apprendimento della cultura agricola.

Per la sezione della biblioteca dedicata alle tematiche alimentari è stata predisposta dalle stesse associazioni un catalogo, ancora in divenire, al quale anche ai cittadini è chiesto di contribuire con suggerimenti e consigli.  Nei prossimi mesi nuove iniziative coinvolgeranno l’orto e la biblioteca in questa crescita parallela di “culture/colture”. Sono già in programma un nuovo incontro in cui Marco del Pistoia (agronomo) e alcuni produttori locali parleranno della biodiversità e un seminario di agricoltura sinergica per gli “ortolani” che vorranno partecipare ai lavori di sistemazione e conduzione dell’orto.

Fonte Verde Azzurro

Advertising