PORCARI I circoli “riconfermano” Renzi – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. È partita la tornata dei congressi nei circoli comunali del Pd territoriale. Dal 24 marzo, data di inizio delle assemblee, si sono svolti a Castelvecchio Pascoli, Mologno, Castiglione Garfagnana, Fornaci di Barga, Filecchio, Porcari, Fabbriche di Vergemoli, San Romano Garfagnana, Barga, Camigliano e Lucca Oltreserchio. Meno di un terzo gli iscritti chiamati fino ad oggi a esprimersi sulle mozioni dei tre candidati alla segreteria nazionale: la percentuale dei votanti, finora, è del 69%. Con una maggioranza schiacciante, gli iscritti che hanno partecipato alla votazione si sono espressi per il segretario uscente Matteo Renzi (85,12%), il 13,5% invece ha condiviso le proposte di Andrea Orlando mentre le preferenze per Michele Emiliano si sono fermate a quota 1,4%.

La percentuale delle preferenze territoriali per Renzi supera quelle regionali rese note ieri dal Pd toscano: il dato proveniente dalle votazioni concluse al 26 marzo in 48 circoli (su 765 in tutta la regione) conferma la maggioranza per il segretario uscente ma con il 73,6%, il 25,1% per Orlando e l’1,3 per Emiliano.

«Il risultato fin qui raggiunto – commenta il segretario territoriale Patrizio Andreuccetti – è la dimostrazione di una partecipazione importante dei nostri iscritti ai congressi. Da segretario – sottolinea – valuto positivamente la democrazia interna al Pd, unico partito che fa scegliere i propri iscritti elettori. Un dato importantissimo, mai banale o scontato, che rimarca la differenza fra il Pd e le altre forze politiche, quando invece per i Cinquestelle e la destra c’è un leader che decide e stop. Nei congressi territoriali del Pd invece si presentano le mozioni e poi si apre il dibattito a cui tutti gli iscritti possono partecipare. Dai congressi – prosegue – si conferma una tendenza rafforzata alla partecipazione degli iscritti ed è importante la conferma a favore della leadership di Renzi».

«Il Pd deve essere orgoglioso di questa partecipazione, lo deve essere Matteo Renzi ma anche Orlando ed Emiliano, anche se nei voti di preferenza sono molto indietro. C’è chi espelle i propri iscritti come ha fatto il M5S a Genova, e chi fa congressi veri», commenta il senatore Andrea Marcucci dal suo profilo Fb.

I congressi comunali andranno avanti fino al 2 aprile. Il regolamento prevede che ogni congresso di circolo eleggerà “grandi elettori” che parteciperanno alla convenzione territoriale il 5 aprile nell’auditorium della Pia Casa. Il numero di delegati per ciascun circolo Pd del territorio (Lucca, Piana e Mediavalle Garfagnana) varierà in base al proprio numero di iscritti: il numero maggiore di delegati (26) spetterà al circolo di Lucca est – San Vito, quello con più iscritti a livello provinciale.

La convenzione territoriale rappresenterà un ulteriore momento di dibattito sulle tre mozioni congressuali e sui risultati raggiunti a livello

territoriale: nell’ccasione verranno anche designati i delegati alla convenzione nazionale di pochi giorni più tardi. L’appuntamento con le primarie generali per tutti i cittadini elettori, sarà il 30 aprile. In autunno, l’appuntamento con il congresso Pd.

Fonte: Il Tirreno

Advertising