[ REGIONE SARDEGNA ] Enti locali, all'esame della Conferenza permanente il piano di riordino territoriale

da
Advertising

29.03.17-comunicati stampa
Enti locali, all’esame della Conferenza permanente il piano di riordino territoriale

Nel corso della Conferenza permanente Regione-Enti locali, presieduta dall’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu, è stata data comunicazione sulle modalità di erogazione dei contributi del Fondo Unico riservato ai Comuni sardi. Sono stati pagati tutti i residui del 2016. Entro 30 giorni dalla data di approvazione della Finanziaria sarà pagata la prima tranche del 2017, pari all’80% della somma da corrispondere a ciascun Comune. La seconda tranche (20%) sarà saldata entro il 31 ottobre. “Ciò che più importa – commenta l’assessore Erriu – è che i nostri Comuni siano messi in sicurezza finanziaria. Abbiamo previsto anche la possibilità di anticipazioni per gli enti locali in sofferenza che ne facciano richiesta. In questi anni abbiamo cercato di pagare il Fondo Unico rispettando le scadenze e consentire così ai Comuni di poter programmare e spendere le risorse in modo corretto”.

La Conferenza permanente ha poi messo l’accento sulla necessità di istituire tavoli operativi bilaterali tra Regione e Comuni sulla finanza locale. “Con il pieno coinvolgimento degli Assessorati del Lavoro e della Sanità – annuncia Erriu – nei prossimi giorni chiederemo la convocazione del Tavolo Stato-Regione per i trasferimenti delle risorse per le funzioni fondamentali. In quella sede incontreremo il sottosegretario Bressa e la Regione cercherà di ottenere dal Governo nuove condizioni, a beneficio degli enti locali”.

Tra i punti all’ordine del giorno della Conferenza di oggi anche la discussione dei nuovi ambiti territoriali ottimali, che devono essere coerenti con i PLUS, i GAL e la programmazione territoriale. “Si è trattato di un incontro molto proficuo anche su questo aspetto”, sottolinea l’assessore Erriu. “È stata l’occasione per un primo esame approfondito della bozza di riordino con i rappresentanti degli enti locali. Abbiamo esaminato in particolare le criticità dei singoli territori e recepito le osservazioni che sono arrivate in questi giorni da alcuni Comuni. Sono molto soddisfatto del clima di leale collaborazione da parte dei rappresentanti delle Autonomie locali. Al più presto porteremo in Giunta la proposta di Piano di riordino: spero che venga definito già nella prossima Conferenza in pieno accordo con tutti i componenti.

Fonte: Regione Sardegna

Advertising