[ REGIONE TOSCANA ] Ergonomia e fattore umano, domani a Firenze il lancio del congresso mondiale

da
Advertising

FIRENZE – Il XX congresso mondiale dell’Associazione internazionale di ergonomia e fattore umano si terrà in Italia nel 2018. Domani, venerdì 31 marzo, all’Hotel Londra, a Firenze, la giornata di lancio dell’evento, alla presenza dell’esecutivo IEA e di numerose imprese e società scientifiche. L’evento è organizzato dal Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente della Regione Toscana e dalla Società Italiana di Ergonomia e Fattore Umano con la collaborazione di altre istituzioni, imprese e società scientifiche.

Si tratta del congresso più importante a livello internazionale che affronta il problema di come migliorare la qualità di vita, la sicurezza del lavoro e ambientale, la sicurezza nei servizi (sanità, trasporti), progettando strumenti, ambienti, organizzazioni a misura di essere umano e a prova di errore.

L’evento, che per la prima volta si terrà in Italia, avrà luogo a Firenze dal 26 al 30 agosto 2018 e avrà come tema guida “Creativity in practice”. Sarà una grande occasione di presentazione delle innovazioni più brillanti per migliorare la qualità e il design dei prodotti e dei processi produttivi, la performance dell’essere umano al lavoro, la salute e il benessere  di chi lavora. Numerosi i settori produttivi interessati al tema: sanità, trasporti, agricoltura, costruzioni, servizi bancari, industria manifatturiera ecc.

Merito della Società Italiana di Ergonomia e Fattore Umano, dell’Università di Firenze e del Centro Gestione Rischio Clinico della Regione Toscana essersi aggiudicati, due anni fa in Brasile, l’evento.

L’Associazione Internazionale di Ergonomia e Fattore umano è stata fondata nel 1959, raccoglie oltre 50 società scientifiche nazionali accreditate di Ergonomia e Fattore Umano. Riunisce migliaia di ricercatori e professionisti di ingegneria, design, psicologia, sociologia, scienze cognitive e medicina impegnati nella ricerca, nella progettazione e nel miglioramento continuo di organizzazioni sostenibili, efficienti e sicure. Dal momento della sua costituzione promuove l’adattamento tecnico scientifico dei sistemi produttivi alle reali potenzialità dell’attività umana. Favorisce  il dialogo fra le discipline scientifiche, la scienza e l’industria. 

Il suo scopo è progettare sistemi e metodi produttivi scientificamente fondati che favoriscano  il benessere e la qualità della vita umana. E’ attiva in quasi tutti i contesti dell’attività produttiva organizzata, dall’ingegneria aereospaziale all’agricoltura. Collabora con le maggiori organizzazioni globali  fra cui l’OCSE, le Nazioni Unite (UN), L’organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), l’Organizzazione mondiale per gli standard (ISO) e la Commissione Internazionale per la Salute sui Luoghi di Lavoro (ICOH).  

Numerose le istituzioni (INAIL, Regione Toscana, Università di Firenze, Siena, Pisa, Scuola Sant’Anna di Pisa ecc.), le aziende italiane e straniere (FCA-FIAT, Siemens, 3M, Novartis, General Electric, Luxottica, Air Dolomiti, Banca Intesa San Paolo ecc.) e le società scientifiche (Società di Anestesia e Terapia Intensiva, Società di Chirurgia, Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione, Società Italiana di Medicina del Lavoro, International Society for Quality in Healthcare ecc.) che saranno presenti all’incontro.

Il Presidente del Comitato organizzatore Riccardo Tartaglia, la vicepresidente Sara Albolino e il Presidente del Comitato Scientifico Sebastiano Bagnara presenteranno l’Executive Committee della IEA,  il programma dell’iniziativa e i temi che saranno affrontati.

Sono attesi alla fine di agosto del prossimo anno circa 2.000 ricercatori da tutto il mondo.
Una grande iniziativa di rilancio dell’economia italiana e di sviluppo della cultura del fattore umano in tutte le organizzazioni ad alta complessità (aeronautica, sanità, servizi alla persona, trasporti ecc.)

IEA 2018 vuole essere non solo un momento di confronto tra ricercatori ma anche un laboratorio internazionale per produrre nuove idee da concretizzare. Una delle rare occasioni in cui esperti di varie discipline s’incontrano.

Fonte: Regione Toscana

Advertising