[Lucca] Barsanti sulla ex Casa del Boia: “Doveva essere un museo per pellegrini, è diventata una sala congressi per politici”.

da
Advertising

Lucca –

Barsanti sulla ex Casa del Boia: “Doveva essere un museo per pellegrini, è diventata una sala congressi per politici”.

Lucca, 19 aprile – “Sono preoccupato per l’andamento della ex Casa del Boia, sta diventando una sala congressi”, a dichiararlo è Fabio Barsanti, candidato sindaco per CasaPound Italia e Alleanza per Lucca alle prossime elezioni.
“Il recupero della struttura doveva dare un grande slancio allo stabile e al Museo della Via Francigena in esso contenuto – continua Barsanti – che però non sta dando i risultati attesi. La ex Casa del Boia attualmente è più conosciuta come sala congressi per politici che come museo per pellegrini. Come il presunto ‘rifugio per pellegrini’ alla Casermetta San Salvatore è conosciuto come un ordinario bar aperto al pubblico.

Il Museo della Fancigena non funziona, e anche per questo ribadisco il mio dissenso all’ipotesi di replicarlo anche in Palazzo Guinigi, come invece annunciato dal sindaco Tambellini. Un insuccesso duplicato non si annulla ma raddoppia, con il rischio di sprecare ancora una volta l’occasione di fare in Palazzo Guinigi altri musei necessari per la città: ho già proposto quello sui motori, sulla carta, sul volo o sul sigaro toscano. Ma anche un museo sulla storia di Lucca aspetta un degno contenitore.”

Lasciamo quindi il Museo della Francigena solo alla Casa del Boia – conclude Barsanti – cercando di fare funzionare almeno quello, per dare così una giustificazione agli 800 mila euro spesi per farlo funzionare e alle agevolazioni ottenute dalla cooperativa che lo gestisce. Sulla Francigena è il caso di dire che Lucca è partita con il piede sbagliato e occorre un intervento qualificante, sia per dare risalto al museo che per fare finalmente chiarezza sul bar in casermetta.” 

Fonte Verde Azzurro

Advertising