[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Il Psr 2014-2020 pronto ad accogliere una novità: in arrivo la Piattaforma interregionale di garanzia

da
Advertising

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia si prepara a
cambiare con l’introduzione della Piattaforma interregionale di garanzia a favore delle imprese
agricole. È questa la novità in arrivo dopo la sottoscrizione, da parte dell’assessore regionale
alle Risorse Agricole, Cristiano Shaurli, di un protocollo d’intesa che ha l’obiettivo di
migliorare l’accesso al credito alle imprese del settore, nonché di sostenere gli investimenti in
grado di incrementare la competitività negli ambiti della produzione, trasformazione e
distribuzione dei prodotti agricoli. Il documento è stato sottoscritto dall’assessore Shaurli lo
scorso 8 aprile, nel contesto dell’inaugurazione di Vinitaly.

Grazie al “patto” fra Regione Fvg, Banca europea degli investimenti (BEI), Fondo europeo per gli
investimenti (FEI), Cassa depositi e prestiti (CDP) e Istituto di servizi per il mercato agricolo
alimentare (ISMEA), nascerà così uno strumento in grado di rappresentare un efficace volano di
sviluppo per il comparto dell’agricoltura. Sarà creato, con una partecipazione finanziaria del Psr
limitata, un fondo di garanzia nella forma di una “controgaranzia illimitata” offerta a
intermediari finanziari selezionati dallo stesso FEI mediante procedura aperta. Tutto ciò
consentirà di ampliare l’offerta di credito nel settore agricolo e assicurare così una risposta al “
fallimento di mercato” che si registra nel comparto.

Sono otto in totale le Regioni italiane che, entro giugno e dopo la formalizzazione degli
accordi con il FEI, potranno attivare la Piattaforma. L’Autorità di Gestione del Psr, per cogliere
con immediatezza questa rilevante opportunità, ha attivato la consultazione del Comitato di
sorveglianza al fine di ottenerne il consenso a modificare il Programma di Sviluppo Rurale per
introdurre il nuovo strumento. Dopo la conclusone dell’iter necessario, tramite procedura scritta,
la stessa Autorità di Gestione presenterà alla Commissione Europea la modifica del Psr, secondo
quanto previsto dal Regolamento Ue 1303/2013. Le potenzialità di questo strumento finanziario erano
state illustrate il 13 giugno 2016 dalla Direzione Generale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale
della Commissione Europea, che aveva evidenziato alle Autorità di Gestione dei Psr italiani alcune
opportunità, tra le quali la proposta di Fondo multiregionale di garanzia elaborata dal Fondo
Europeo per gli Investimenti (FEI).

Come sarà modificato, quindi, il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Fvg in base a questa
novità? Per finanziare la Piattaforma di garanzia, che andrà a operare nell’ambito della Misura 4
del Programma di Sviluppo Rurale “Investimenti in immobilizzazioni immateriali a favore degli
investimenti delle imprese agricole e agroalimentari”, le risorse saranno reperite riducendo la
dotazione finanziaria della Misura 2 “Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla
gestione delle aziende agricole”, non ancora attivata, da 6,9 milioni di euro di spesa pubblica a
3,9 milioni.

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.