[REGIONE UMBRIA] CACCIA AL CINGHIALE: “REGOLAMENTI CHIARI PER GESTIRE PRELIEVO E CONTENIMENTO. RETI ELETTROSALDATE CON RISORSE …

da
Advertising

 

(Acs) Perugia, 19 aprile 2017 – “Prevedere regolamenti separati e specifici per il prelievo venatorio e per la gestione del contenimento della specie cinghiale. Importante è uniformare il calendario umbro con quelle delle Regioni Marche, Toscana e Lazio”. Attilio Solinas (Misto-Mdp) torna sull’esito dell’audizione di ieri, nella Terza Commissione da lui presieduta, delle associazioni venatorie, Coordinamento regionale squadre e Atc in merito alle problematiche inerenti il Regolamento regionale relativo al ‘Prelievo venatorio della specie cinghiale’.

Solinas, che è anche il presidente della Terza Commissione, si dice “soddisfatto delle proposte emerse”, soprattutto, “della disponibilità di tutti i soggetti interessati a sedersi insieme intorno ad un tavolo con l’obiettivo di proporre un regolamento condiviso non solo tra le associazioni venatorie ed i coordinamenti delle squadre cinghialiste, ma con i rappresentanti degli agricoltori”.

Solinas rimarca anche l’importanza di prevedere un “contenimento omogeneo ed uniforme su tutto il territorio regionale che comprenda anche le zone protette e le aziende faunistico venatorie”. Definisce “importante un censimento aggiornato attraverso foto trappole”. A favore degli agricoltori, per Solinas è necessario, “prevedere il montaggio di reti elettrosaldate intorno ai terreni più soggetti ai danni mediante risorse regionali”.

Secondo Solinas, infine, è auspicabile il “potenziamento della vigilanza venatoria, unitamente al sostegno dell’attività delle squadre, quali soggetti prioritariamente deputati al contenimento”. In ultimo, il consigliere della maggioranza propone l’attivazione di una “filiera economica per l’utilizzo e la commercializzazione delle carni”. RED/as

Fonte: Regione Umbria

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.