[REGIONE UMBRIA] PRIMA COMMISSIONE: “AUDIZIONE DEGLI STUDENTI DEL LICEO 'MAJORANA' DI ORVIETO SUL PROGRAMMA DI LAVORO…

da
Advertising

 

(Acs) Perugia, 19 aprile 2017 – La Prima Commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presieduta da Andrea Smacchi, ha ascoltato questa mattina in audizione alcuni studenti del Liceo “Majorana” di Orvieto che hanno illustrato le loro osservazioni al Programma di lavoro della Commissione europea per il 2017. I ragazzi hanno partecipato al progetto “Peoschool” di educazione alla cittadinanza promosso dall’Assemblea legislativa con l’obiettivo di coinvolgere i giovani nel processo di partecipazione della Regione Umbria alla fase ascendente del diritto europeo. All’audizione, che è stata trasmessa in diretta streaming sul canale youtube (https://goo.gl/1SyUTF) dell’Assemblea legislativa, hanno preso parte la quasi totalità dei consiglieri regionali e la presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi.

Introducendo i lavori della Commissione il presidente Smacchi ha ricordato che “Peoschool è il primo esempio in Italia di consultazione strutturata delle scuole attraverso l’utilizzo di un parlamento elettronico online. Dopo l’audizione di oggi la Commissione prenderà atto delle osservazioni fatte dagli studenti, che poi verranno valutate e prese in considerazione per la proposta di risoluzione che la Commissione stessa voterà, per poi portarla in Aula durante la sessione europea regionale che si svolgerà entro maggio. Il progetto Peoschool che oggi sperimentiamo con dei giovani studenti, costituisce un’interessante opportunità di qualificazione delle modalità di partecipazione attiva dei cittadini alla discussione pubblica sulle scelte che un’istituzione si accinge ad adottare”.

Prima della presentazione delle osservazione da parte degli studenti, la presidente Porzi ha portato i saluti dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, sottolineando come questo sia “un ottimo progetto per formare i cittadini di domani, che ha riscosso anche il plauso del dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri che lo ha selezionato tra i migliori progetti per la cittadinanza attiva. Ringraziamo gli uffici, e in particolare la dirigente Simonetta Silvestri, per iniziative come questa che cercano di far conoscere l’Istituzione regionale agli studenti, tentando di colmare il gap tra mondo della politica e cittadini. Nell’anniversario dei 60 anni dei trattati di Roma dobbiamo ricordarci che l’Europa ci ha garantito 60 anni di pace. Ma oggi abbiamo bisogno di un’Europa più pertinente alle nostre esigenze. E vogliamo costruirla cercando il coinvolgimento e l’interlocuzione dal basso, partendo dalle nuove generazioni. Dovete aiutarci a costruire un’Europa economica e politica con valenza e prospettive diverse”.

Peoschool è un parlamento elettronico online pensato per le scuole e progettato per ottimizzare i processi decisionali. Il primo atto che è stato inserito nella piattaforma e sul quale è stato deciso di votare è il “Programma di lavoro della Commissione per il 2017. Realizzare un’Europa che protegge, dà forza e difende” che anticipa le azioni che la Commissione europea prevede di realizzare nei dodici mesi successivi, offrendo la possibilità di individuare in anticipo le tematiche di interesse regionale per l’anno a venire, su cui poter intervenire. Alla discussione sul Programma di lavoro della Commissione europea hanno partecipato sessantotto studenti del Liceo Majorana di Orvieto e del Liceo Tacito di Terni. Le osservazioni degli studenti al Programma di lavoro 2017 hanno riguardato quattro ambiti principali: sicurezza, pmi, pari opportunità e relazioni transatlantiche. Inoltre sono state fatte riflessioni sull’importanza della promozione dei beni storici, artistici e architettonici locali, oltre che sull’esigenza di riscoprire una nuova forma di umanesimo, promuovendo uno sviluppo tecnologico impregnato di filantropia. Quest’ultima è risultata l’osservazione vincitrice, in seguito al voto che gli studenti hanno espresso sulla piattaforma con metodo Schulze. DMB/

Fonte: Regione Umbria

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.