Firenze Back in Time “invitato” ai Grandi giochi romani di Nimes

da
Advertising


Comanducci: “soddisfazione per l’interesse da parte di una manifestazione così importante”

“Ho ricevuto in questi giorni dagli organizzatori dei Grandi giochi romani di Nimes l’invito ufficiale a partecipare all’ottava edizione di quello che, senza dubbio, è uno tra i più grandiosi e magistrali spettacoli di rievocazione della storia antica organizzati in Europa, messo in scena nel magnifico anfiteatro della città francese. La scorsa estate abbiamo avuto il piacere di ospitare a Back in Time una loro delegazione in visita, la quale aveva mostrato un notevole apprezzamento per quanto da noi organizzato, cui ha fatto seguito una richiesta di partnership tra i due eventi. È una grande soddisfazione avere conferma di questo interesse e di questo riconoscimento: la collaborazione con una manifestazione consolidata come quella dei Grandi giochi romani di Nimes rappresenta per il nostro Back in Time una opportunità straordinaria”.

L’assessore al turismo e grandi eventi del Comune di Arezzo, Marcello Comanducci, non nasconde il proprio compiacimento per il confermato interesse per Back in Time dimostrato dagli organizzatori francesi dell’evento che da otto anni richiama nel capoluogo del Gard, la “romanissima” Nimes, decine di migliaia di appassionati di storia antica. Dal 29 aprile al 1 maggio prossimi, l’arena di Nimes, intatta ai giorni nostri dal I secolo dopo Cristo, ospiterà tre giorni di corse di carri, esercizi equestri, combattimenti tra gladiatori rappresentati da circa 500 attori e racconterà l’affascinante storia della regina dei Celti, Boudica, autrice nel 60 d.C. di una famosa rivolta antiromana ai confini dell’impero, che culminerà nella rievocazione della spettacolare battaglia tra Celti e Romani.

Intanto, Comanducci è al lavoro per il prossimo appuntamento con Back in Time: “Arezzo Back in Time 2016 è stata un’edizione ‘zero’ che ha portato in città tantissime persone ma che ha sofferto di alcuni errori di gioventù, normali per eventi nuovi e mai provati prima. L’edizione 2017 che proprio in questi giorni è in fase di definizione impegnerà l’amministrazione comunale su vari fronti: da un lato l’ottimizzazione delle risorse e dei costi, dall’altro il miglioramento di molti aspetti legati alla manifestazione stessa. L’apprezzamento da parte degli organizzatori dei grandi giochi di Nimes dimostra che la manifestazione ha potenziali in ambito turistico ma che ha bisogno di tempo per affermarsi e crescere, magari proprio grazie a questa importante partnership”.

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising