[REGIONE PIEMONTE] Riunione della Giunta regionale

da
Advertising

Innovazione, lavoro, oratori e sanità sono stati i principali argomenti esaminati il 20 aprile dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Agenda digitale. Come proposto dagli assessori Giuseppina De Santis e Antonio Saitta sono stati deliberate le prime quattro misure che saranno i cardini dell’Agenda digitale piemontese: Sistema pubblico di identità digitale (Spid), Polo regionale dei pagamenti (PagoPA), Fascicolo sanitario elettronico, supporto alle amministrazioni pubbliche aderenti al Polo regionale del pagamenti per l’armonizzazione e diffusione delle procedure verso cittadini e imprese. Lo stanziamento complessivo, inserito nel programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale, ammonta a 23,9 milioni di euro.

Lavoro. Continua l’utilizzo di lavoratori in mobilità per attività socialmente utili da svolgere negli uffici regionali. Dal mese di giugno, come proposto dall’assessora Gianna Pentenero, l’iniziativa riguarderà 55 persone ultracinquantenni che saranno selezionate dall’Agenzia Piemonte Lavoro sulla base degli elenchi forniti dai Centri per l’impiego. Sarà data priorità alle situazioni reddituali familiari più disagiate. L’adesione è volontaria e ha una durata di sei mesi, eventualmente prorogabili una sola volta di altri sei.

Oratori. Definiti, su iniziativa dell’assessore Augusto Ferrari, i criteri per sostenere le attività educative, aggregative e sociali svolte negli oratori piemontesi tra il 1° giugno 2016 e il 30 giugno 2017. Le richieste di contributo andranno presentate entro il 10 maggio prossimo e potranno contare su un primo stanziamento di 330.000 euro.

Ospedale di Verduno. Come proposto dall’assessore Antonio Saitta, è stato disposta un’assegnazione di 25,8 milioni di euro per l’ultimazione dei lavori dell’ospedale di Verduno. La somma costituisce l’anticipazione all’Asl CN2 dei proventi della vendita degli immobili che ospitano oggi gli ospedali di Alba e Bra. Sarà così possibile concludere entro i tempi previsti (ottobre 2018) i lavori ripresi nelle scorse settimane grazie all’accordo raggiunto tra l’Asl e la società concessionaria. L’operazione è stata concordata ed autorizzata dal Tavolo tecnico ministeriale in occasione del via libera all’uscita dal piano di rientro dal debito sanitario, ufficializzata lo scorso 21 marzo.

La Giunta ha inoltre approvato.
– su proposta dell’assessora Giuseppina De Santis, la strategia di area interna riguardante le Unioni montane Valle Grana e Maira (Cuneo);
– su proposta dell’assessore Augusto Ferrari, lo scioglimento del consiglio di amministrazione e la nomina del commissario straordinario della Fondazione Ermanno Medana onlus di Invorio (No);
– su proposta dell’assessora Antonella Parigi, il programma degli interventi 2017 per la piccola editoria piemontese ed i criteri per l’iscrizione al Registro regionale delle associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale;
– su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, uno stanziamento di 480.000 euro per l’erogazione delle indennità per la valorizzazione del patrimonio tartufigeno, che comporta il riconoscimento di 24 euro per ogni pianta riconosciuta di capacità tartufigena.

Author Gianni Gennaro Questo indirizzo email è protetto dagli . È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA

Advertising