[Lucca] UNA CASTA CHE DIFENDE I PROPRI PRIVILEGI

da
Advertising

Lucca –

 

Ho letto che alcuni sindacalisti della CGIL  sarebbero in lista con Tambellini, come so che Tambellini ha già fatto un incontro con i funzionari della CGIL di Viale Luporini.
Forse è per ringraziare di aver dovuto subire licenziamenti nell’appalto RSA, riduzione orari nei cambi di appalto al San Luca, per le situazioni di GESAM, per le situazioni della mensa, o per le assunzioni contestate a Lucca Comics and Games con conciliazioni firmate proprio dalla CGIL?
Da uomo che lavora e che si impegna per migliorare i diritti nel luogo di lavoro, io mi sono trovato anche i proiettili sulla automobile per aver denunciato delle situazioni irregolari nella zona di ALTOPASCIO, devo dire che non sono molto sorpreso.
Il PD di Tambellini è il partito che ha rovinato con la riforma delle pensioni e con il Job Acts il mondo del lavoro, è anche vero che la CGIL ha di fatto solo finta di opporsi. unnamed (9)
Per cui la presenza di un impiegato del servizio fiscale della CGIL e di una insegnante che è stata segretaria di categoria non mi stupisce più di tanto, e dimostra anche l’assoluta mancanza di autonomia di quel sindacato.
Io in CGIL ritengo ci siano anche moltissimi lavoratori onesti e seri, moto iscritti ed anche rappresentanti sindacali che si impegnano, ma l’apparato è chiaramente una casta che difende i propri privilegi, come è emerso anche nella Filcams da cui sono recentemente uscito e che proprio oggi vede arrivare da Roma una segretaria piovuta dall’alto.
Lucca va gestita senza avere a cuore altri interessi, a Lucca  ci sono risorse umane per affrontare ogni problema, ci vuole impegno ed anche nel sindacato ci vuole gente che conosce il mondo del lavoro e che non fa inciuci con la politica.
Io ci sono.

Daouda Ndoye candidato a sindaco

Fonte Verde Azzurro

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.