[REGIONE UMBRIA] TERREMOTO: “DA OLTRE OTTO MESI ASPETTIAMO DALLA REGIONE LE ANALISI DI VULNERABILITÀ SU SCUOLE E OSPEDALI” – LI…

da
Advertising

Il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, sollecita la Giunta affinché fornisca “risposta a un’interrogazione molto rilevante, che chiede di rendere nota la condizione statica di tutte le scuole e degli ospedali dell’Umbria, a partire dagli edifici che avessero già effettuato l’analisi di vulnerabilità sismica”. Per Liberati “la Regione fatica molto a rendere noti dati che devono essere resi immediatamente pubblici, affinché gli stessi cittadini possano analizzare attentamente ogni possibile rischio”.

(Acs) Perugia, 11 maggio 2017 – “Da oltre otto mesi attendiamo una risposta della Regione a un’interrogazione molto rilevante, che chiede alla Giunta di rendere nota la condizione statica di tutte le scuole e degli ospedali dell’Umbria, a partire dagli edifici che avessero già effettuato l’analisi di vulnerabilità sismica”. Lo dichiara il capogruppo del Movimento 5 Stelle all’Assemblea legislativa dell’Umbria, Andrea Liberati.

L’esponente dell’opposizione evidenzia che “nonostante gli innumerevoli eventi registrati fino a qualche settimana fa e i plurimi solleciti verbali in Aula, dalla Regione non è stato fornito alcun quadro della situazione. Non sappiamo se, quando, come e con quali esiti siano state effettuate le analisi di vulnerabilità sugli istituti scolastici e sugli ospedali. Né sappiamo quali e quanti tra i suddetti edifici siano stati costruiti in Umbria prima del 1974, ossia prima di qualsiasi normativa antisismica”.

Liberati rileva inoltre che “la Regione fatica molto a rendere noti dati che devono essere resi pubblici affinché gli stessi cittadini possano analizzare attentamente ogni possibile rischio, anche congiuntamente al combinato disposto dell’esame dei fattori di amplificazione locale (importante sarebbe pure l’esame di microzonazione sismica) così come studiare la stabilità degli elementi non strutturali come cornicioni, controsoffitti e suppellettili. Tali dati sono cruciali anche per incrementare la consapevolezza della politica stessa, spesso distratta sull’argomento, cogliendo finalmente le vere priorità dell’Umbria, avviando una programmazione seria di riqualificazione dell’edilizia scolastica e sanitaria, individuando le cospicue risorse necessarie”.

Andrea Liberati conclude sottolineando che “la Regione Umbria, sollecitata nuovamente oggi dal M5S, deve fornire al più presto i dati della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e ospedalieri, rispondendo all’esigenza di sicurezza delle nostre famiglie e assolvendo compiutamente agli obblighi di trasparenza amministrativa in capo all’Ente”. RED/mp

Fonte: Regione Umbria

Advertising