[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Università: Panariti, approvate nuove linee guida Ardiss

da
Advertising


Trieste, 19 maggio – Approvate dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Università e ricerca, Loredana Panariti, le nuove “Linee guida per l’attuazione, da parte dell’Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss), delle finalità, degli interventi e dei servizi in materia di diritto allo studio universitario”.

Il documento racchiude tutte le tipologie di supporto allo studio superiore previste in Friuli Venezia Giulia e le modalità per accedervi. Come spiega Panariti il regolamento è stato condiviso con gli studenti e contiene alcune rilevanti novità rispetto al passato. La prima consiste nel fatto che la riduzione del costo per i mezzi di trasporto pubblico è stata estesa anche all’abbonamento mensile (gli scorsi anni era prevista solo per quello annuale), per venire incontro alle esigenze di chi frequenta ad esempio un semestre a Trieste e uno a Udine.

Parallelamente vi è un aumento del contributo a disposizione di chi trascorre un periodo di studio all’estero. Altra novità il sostegno anche alla frequenza ad alcuni master. Panariti ha rimarcato poi come relativamente all’assegnazione delle borse di studio in Friuli Venezia Giulia “non ci sono studenti idonei senza borsa, proprio perché l’attenzione verso l’università è alta in considerazione del fatto che la crescita di un Paese è direttamente legata alla qualità della sua alta formazione”.

L’assessore ha sottolineato infine che tramite queste modifiche si è data risposta “a una serie di criticità evidenziate dagli studenti. Un’azione pienamente in linea con gli scopi dell’Ardiss, ovvero di rispondere alle esigenze di chi studia e aumentare il numero di laureati del Friuli Venezia Giulia e dell’Italia”. Rilevante quindi nella stesura del documento è stato il ruolo della concertazione con gli studenti “perché, in quanto fruitori dei benefici, conoscono perfettamente le proprie esigenze; da parte della Regione c’è sempre massima disponibilità al confronto”. ARC/MA/ppd

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising