[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Volontariato: Torrenti, XVII Assemblea ribadisce ruolo organizzazioni

da
Advertising

Udine, 10 giu – ‘Regione e volontariato, insieme per un FVG
solidale ed inclusivo’, era il titolo e nel contempo lo slogan
della XVII Assemblea regionale delle organizzazioni di
volontariato del Friuli Venezia Giulia.

Che si è svolta a Udine, nell’auditorium del palazzo
dell’Amministrazione, e ha consentito, oltre al rinnovo dei
rappresentanti nel Comitato regionale del volontariato e nel
Co.Ge (Comitato di gestione), di raccogliere un quadro delle
aspettative del mondo del volontariato e delle prospettive per la
valorizzazione delle potenzialità del terzo settore in seno alla
comunità regionale.

“Sono oltre millecinquecento – ha ricordato l’assessore regionale
alla Cultura, sport e solidarietà, Gianni Torrenti, che ha
seguito l’intera mattinata di lavori – le associazioni del terzo
settore nella nostra regione, e dai cinque gruppi di lavoro
costituiti nell’ambito dell’assemblea sono emerse indicazioni
molto interessanti, frutto e sintesi di un percorso sviluppatosi
attraverso ben 122 riunioni tenute sul territorio del Friuli
Venezia Giulia negli scorsi sei mesi”.

“Oggi – ha precisato Torrenti – sono così emerse valutazioni e
proposte per una nuova progettualità: elementi utili per
comprendere dove va il mondo del volontariato, a supporto
dell’azione politica e sociale delle istituzioni”.

Per far comprendere l’importanza delle assise odierne,
l’assessore ha ricordato che il mondo del volontariato muove
oltre centomila persone nel solo Friuli Venezia Giulia, e riveste
un ruolo fondamentale per la coesione sociale e l’inclusione.

“Per tutto ciò – ha soggiunto – che è il dono di una parte della
propria disponibilità verso gli altri”.

Il volontariato è dunque una risorsa preziosa per l’intera
comunità del Friuli Venezia Giulia.

La Regione, a sostegno di questo movimento, dispone di una legge
del 2012, molto articolata, e che come ha commentato Torrenti,
sta andando a compimento proprio quest’anno: consente di
utilizzare le poste di bilancio della legge finanziaria per il
settore che ammontano a oltre un milione di euro.

“Somma – ha detto l’assessore – che dimostra come il Friuli
Venezia Giulia sia una delle regioni più attente a questo mondo”.

“Ciononostante – ha insistito Torrenti – ci dobbiamo dare
prospettive di lavoro nuove, utilizzando al meglio la capacità
programmatoria e di co-progettazione che il volontariato sa
esprimere”.

“In attesa anche della nuova legge nazionale sul terzo settore -
ha anticipato l’assessore che è anche presidente della conferenza
Stato – Regioni per la cultura – che sta per essere promulgata,
ma abbisogna di alcuni correttivi: quando anche questo strumento
sarà operante la nostra Regione continuerà a essere in prima
fila”.
ARC/CM

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising