[Lucca] CAPANNORI – ‘CIRCULARICITY’: SELEZIONATI I CINQUE PROGETTI

da
Advertising

Lucca –

‘CIRCULARICITY’: SELEZIONATI I CINQUE PROGETTI CHE SALIRANNO SULLA PIATTAFORMA EPPELA PER IL CROWDFUNDING CIVICO

Si va dal vero mercato del baratto ad una innovativa stampante in 3d a progetti contro lo spreco alimentare, per il recupero di terre e per il riuso di apparecchiature elettriche

Non è stato semplice per la giuria composta da esperti di Eppela selezionare i progetti presentati nell’ambito del percorso di partecipazione civica sull’economia circolare ‘Circularicity’ promosso dal Comune in collaborazione con l’Autorità Regionale per la partecipazione che a settembre saliranno sulla piattaforma di Eppela per il crowdfunding civico.

Tutte le nove idee progettuali presentate da altrettanti gruppi di lavoro che lo scorso fine settimana hanno partecipato al circulari-camp – la ‘due giorni’ di accelerazione full immersionsvoltasi al polo tecnologico di Segromigno in Monte – sono infatti risultate interessanti e ben strutturate. Alla fine sono stati scelti cinque progetti, ma non è escluso che gli altri quattro una volta rielaborati e messi a punto possano rientrare in gioco.

I cinque progetti selezionati che da iniziali idee, durante il camp sono diventati veri prototipi grazie all’aiuto degli esperti di Sociolab Firenze, di Social business lab di Pistoia, delle animatrici territoriali e di un gruppo di tecnici e funzionari del Comune, hanno tutti in comune il riuso ed il recupero dei materiali.

Vediamo quali sono: progetto “Redirect”: la Stampante 3 d che dalla plastica produce oggetti e prodotti specialistici presentato da Di.segno e Cresco Labs; progetto “MiniereUrbane” per il recupero delle componenti di apparecchiature elettriche ed elettroniche promosso da Legambiente Capannori Piana di Lucca; progetto “ConServe” presentato da Caritas Lucca che, con altri partners territoriali, mira a realizzare un piccolo laboratorio contro lo spreco alimentare; progetto “Giovan’orti” con sottotitolo ‘braccia e campi di Capannori’ presentato da Odissea per il recupero di terre e lavoro; progetto “Il vero mercato del baratto” per lo scambio e il dono di oggetti inutilizzati tramite una moneta non convenzionale, il ‘lillero’ presentato da un gruppo di giovani capannoresi.

L’appuntamento per i 5 progetti selezionati sarà a settembre per salire sulla piattaforma di Eppela sulla quale dovranno reperire attraverso il crowdfunding civico una parte dei finanziamenti necessari alla loro realizzazione. I progetti che raggiungeranno il 50% del finanziamento saranno co-finanziati dal Comune con un contributo massimo di 5.000 euro per ciascun progetto.

Siamo giunti in una fase operativa molto importante per questo nuovo ed entusiasmante percorso di partecipazione civica – spiega l’assessore all’innovazione Lia Miccichè -. Unpercorso che è riuscito ad instaurare sul territorio un clima di partecipazione e condivisione, scambio di idee ed esperienze facendo emergere proposte molto innovative ed interessanti nel campo dell’economia circolare. Dopo la selezione dei progetti ritenuti più adatti e rispondenti a determinate caratteristiche ci avviciniamo ora alla fase della salita dei progetti sulla piattaforma di crowdfunding Eppela. I progetti che riusciranno ad ottenere almeno la metà del finanziamento riceveranno un contributo da parte della nostra amministrazione e diventeranno realtà andando a portare nuova linfa al territorio nel campo della sostenibilità ambientale e della solidarietà”.

‘Circularicity’ proseguirà con una seconda fase in cui un secondo gruppo di idee – in tutto ne sono state selezionate 23 – parteciperà al percorso di accelerazione durante il quale le idee progettuali potranno diventare veri e propri progetti in autunno, prendendo parte ad un altro ‘Circulari-Camp’ per poi proseguire il percorso fino all’accesso al crowdfunding nei mesi successivi.


Capannori, 14 giugno 2017

Fonte Verde Azzurro

Advertising