MODENA – CHEF E SOMMELIER PER GIALLISTI E LETTORI A CENA ALLA DELFINI

da
Advertising

Ci sono ancora posti disponibili, e si potranno acquistare sul posto durante il dialogo preliminare delle 18.30 fino alle 20, per andare “A cena con l’autore” giovedì 15 giugno alle 21 nel chiostro della biblioteca Delfini a Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, con Alessandro Robecchi, giallista autore di “Torto marcio” (Sellerio), e Bruno Ventavoli di “Tuttolibri” del quotidiano “La Stampa”, che inviterà lo scrittore a raccontarsi “regalando” qualche segreto di bottega.

A preparare un menu ispirato ai suoi libri per l’autore e i commensali sono gli chef di “Modena a Tavola” Luca Marchini (del ristorante L’erba del Re di Modena) e Paolo Reggiani (del ristorante Laghi Curiel di Campogalliano).

Si tratta del primo appuntamento della rassegna promossa dalla biblioteca Delfini con “Modena a Tavola”, che offre l’occasione per passare una serata in compagnia di tre maestri del giallo italiano nel segno della convivialità e dell’amicizia. I prossimi sono in programma con Marco Malvaldi lunedì 26 giugno (chef Messori e Barbieri) e con Maurizio De Giovanni giovedì 6 luglio (chef Borsarini e Corghi).

Per ognuno dei tre appuntamenti, alle 18.30 si svolge un incontro a partecipazione libera e gratuita, che prosegue a tavola nel chiostro alle 21 per chi vuole, massimo 50 commensali, su prenotazione al costo di 30 euro (informazioni e prenotazioni allo Iat Servizio di informazione e accoglienza turistica di piazza Grande 14, tel. 059 2032660). Ideatore e curatore della rassegna è Giordano Bruno Ventavoli,

D’autore sono anche i menu, realizzati dagli chef di “Modena a tavola” e ispirati agli scrittori ospiti e alle atmosfere dei loro romanzi. Giovedì 15 giugno saranno serviti in tavola per iniziare, a cura di Luca Marchini, “Torto marcio” – uova, asparagi, crema alle radici, germogli – e “Questa non è una canzone d’amore” – risotto con infuso di latte al Parmigiano Reggiano, le sue croste e aceto balsamico di Modena. A seguire, a cura di Paolo Reggiani, “Milano da bere” – la michetta, l’insalatina e la gelatina al Campari – per arrivare poi a “La polenta con i fagioli” – gelato di fagioli e tortino di farina gialla. Nei calici, ad accompagnare i piatti, una selezione di vini dei Poderi Fiorini: “MareMagna” – Souvignon blanc e Pignoletto -, “Zero” – metodo classico da uve Chardonnay e Pignoletto -, Vigna del Padre – Lambrusco di Sorbara rifermentato in bottiglia. Il servizio è a cura dei Sommelier di Ais, sezione di Modena, e il coordinamento operativo della cucina è affidato allo chef Christian Facchini di “Osteria Emilia”.

Alessandro Robecchi, nato a Milano, ha collaborato a “Il manifesto”, “Cuore”, “L’Unità”, “Il Mucchio Selvaggio”. Ha diretto i programmi di Radio Popolare ed è tra gli autori degli spettacoli di Maurizio Crozza. Ha fondato e diretto il mensile gratuito “Urban”. Attualmente scrive su “Il Fatto Quotidiano”, “Pagina99” e “Micromega”. È autore di “Manu Chao, musica y libertad” (2001), tradotto in cinque lingue, e “Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo” (2011). Ha esordito nella narrativa gialla con “Questa non è una canzone d’amore” (2014), cui sono seguiti “Dove sei stanotte” (2015), “Di rabbia e di vento” (2016) e “Torto marcio” (2017).

Informazioni online (www.comune.modena.it/biblioteche).

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.