[ REGIONE TOSCANA ] Massa, l'incontro tra Rossi e il sindaco Volpi

da
Advertising

FIRENZE – La Regione Toscana conferma la propria attenzione per il territorio massese. In un incontro con il sindaco di Massa, Alessandro Volpi, il presidente Enrico Rossi ha fatto il punto sugli interventi in corso e ha definito alcuni impegni molto importanti.

Nel cruciale campo della sanità sono stati fatti significativi passi in avanti; nei giorni passati è stato approvato lo strumento urbanistico che consente l’intervento da 10,5 milioni di euro, finanziati dalla Regione, per realizzare un nuovo blocco operatorio e nuove sale di emodinamica presso l’Ospedale Pediatrico Apuano, destinate a rafforzare ulteriormente l’eccellenza di tale istituzione e a dare sostanza al Protocollo d’intesa firmato nell’autunno del 2014. Il presidente, d’intesa con l’assessore Stefania Saccardi, ha inoltre dichiarato la volontà della Regione di realizzare una grande Casa della salute nel vecchio Ospedale SS. Giacomo e Cristoforo, utilizzando il corpo centrale di proprietà Asl e il Padiglione Bechini, di proprietà della Casa Ascoli; una simile scelta centrerà il duplice obiettivo di dare alla città una struttura fondamentale ed efficiente per la sanità territoriale e, al contempo, di evitare che quell’area venga investita da fenomeni di degrado.

Si provvede, in tal modo, d’accordo con il Comune, a definire la questione a lungo dibattuta di una adeguata soluzione alle problematiche della sanità territoriale. E’ stata prevista anche la ristrutturazione del distretto di Villette per renderla più adeguata alle richieste della popolazione della zona. Sempre in materia di sanità, la Regione ha messo mano alle risorse destinate alle quote sanitarie, indispensabili per l’efficacia dell’assistenza; la Zona delle Apuane aveva storicamente 130 quote sanitarie per una spesa complessiva di circa 2.480.000 euro. Con l’assegnazione nel 2017 del budget per la residenzialità, la Zona Apuane ha visto aumentare le quote sanitarie a 210 (80 quote in più rispetto al 2016) per un budget complessivo di circa 4.000.000.

Oltre alla sanità l’incontro si è concentrato su altri temi, a cominciare dalla questione dell’Accordo di programma per la reindustrializzazione. La Regione ha provveduto a stanziare 15 milioni e il governo ne ha destinati altri 5; ora il passaggio necessario è il via libera da parte della Conferenza Stato Regioni che si terrà il 22 giugno, dopo di che sarà possibile arrivare alla firma dell’accordo e così sostenere gli investimenti sul territorio.

La Regione ha poi ribadito l’impegno finanziario per realizzare i due lotti dell’intervento relativo alla costruzione del Palazzo di Via Pisacane, il primo dei quali verrà rapidamente messo a gara, mentre per il secondo si procederà a definire l’accordo bonario con i proprietari.

Infine l’incontro si è soffermato su alcuni interventi in corso in materia di rischio idraulico; sul Fiume Frigido è in corso un intervento di manutenzione ordinaria (dalla foce all’Aurelia) e per la fine di luglio è prevista la conclusione dei lavori relativi al progetto di “Risagomatura e centratura fiume Frigido” (tratto tra via marina vecchia e ponte autostrada). Sul Fosso Lavello è già stato eseguito un primo intervento di manutenzione ordinaria e nel mese di settembre verrà eseguito un secondo intervento che completa le attività di manutenzione per il corso d’acqua; Per il torrente Ricortola sono in corso (da parte del Consorzio di bonifica) le procedure di affidamento delle attività di manutenzione ordinaria ad una ditta esterna; dei due stralci previsti le attività di manutenzione il primo sarà completato entro il mese di settembre.

Naturalmente sono stati riaffermati gli altri impegni, già oggetto di incontri precedenti, sia in tema di rischio idraulico sia di rinascimento. 

Fonte: Regione Toscana

Advertising