MODENA – Modena Jazz Festival 2017

da
Advertising

Le note jazz risuoneranno in città dal 21 giugno al carcere di Sant’Anna per poi proseguire fino al 25 nella location ormai tradizionale di piazza XX settembre, con puntate alla Pomposa e persino a Palazzo dei Musei, alla mattina. Appuntamenti tutti gratuiti. Per il programma dettagliato consultare la pagine Facebook: www.facebook.com/groups/amicideljazz/

Il programma

Mercoledì 21 giugno – ore 16.30
Si tiene al carcere di Sant’Anna mercoledì 21 giugno alle 16.30 il primo atto del Modena Jazz Festival e della Festa europea della Musica 2017.
Il titolo del concerto è “Dal Jazz al Blues senza ritorno” e saranno i musicisti del Collettivo Amici del Jazz a portare la loro musica fra i detenuti, grazie al sostegno e alla collaborazione della direzione della Casa Circondariale di Sant’Anna.
Ad esibirsi sarà il Giulio Stermieri Trio – composto da Giulio Stermieri al pianoforte, Simone Di Benedetto al contrabbasso e Federico Negri alla batteria – progetto nato come esito del laboratorio tenuto a Modena in aprile dal pianista americano Aaron Parks, dedicato proprio alla musica jazz suonata in trio.


Giovedì 22 giugno – ore 21.30

L’apertura del Festival in centro storico sarà giovedì 22 giugno, quando in Piazza della Pomposa alle 21.30 il pianista modenese Luciano “Lucio” Bruni avrà “Carta bianca”, questo il titolo del suo concerto, per riproporre al pubblico dei suoi concittadini tutta la sua bravura.

Venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 giugno ore 21.30 – Piazza XX Settembre
Con il suono “black” del sestetto americano Black Art Jazz Collective, il Modena Jazz Festival ritorna nella sede ormai tradizionale di piazza XX settembre, dove sabato 24 si potranno ascoltare i suoni più elettronici dei Mixtapers e dove alla fine, domenica 25 giugno, si avrà la possibilità di risalire alle origini con l’omaggio a Fats Waller, che vede come protagonista il leggendario batterista Gianni Cazzola.
Spazio anche ai musicisti modenesi come, oltre a Luciano Bruni, anche Stefano Calzolari, che presenterà il suo cd di Piano Solo al Museo lapidario di Palazzo dei Musei domenica 25 giugno alle 11.

Nel dopo concerto di quest’anno si svolgeranno concerti e performance dalle 23 al “Mob Bistrot” alla Pomposa, che ospiterà alcune iniziative particolari come la cena con l’artista, e le jam session.

 

L’immagine in allegato ritrae il gruppo musicale Black Art Jazz Collective

Il programma del Festival è organizzato dagli “Amici del Jazz di Modena” in collaborazione con Modenamoremio, con patrocinio e sostegno del Comune di Modena.

Advertising