[REGIONE UMBRIA] TERREMOTO: “DOPO UN ANNO, MACERIE DIMENTICATE” – RICCI (RP) CHIEDE “VELOCITÀ, RISORSE CERTE E MENO BUROCRAZIA”…

da
Advertising

(Acs) Perugia, 20 giugno 2017 – “Le Assemblee legislative delle quattro regioni colpite dal sisma, Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, devono urgentemente incontrarsi per definire una linea comune di azione a tutela dei luoghi terremotati: ad Amatrice, il 24 agosto 2017, a un anno esatto dal terremoto”. Lo propone il consigliere regionale Claudio Ricci (Rp) prendendo spunto dall’articolo pubblicato oggi dal Corriere della sera ‘Macerie dimenticate’, con il quale, a quasi un anno dal sisma del Centro Italia, si indicano in solo 32 gli edifici dove sono cominciati i lavori post sisma 2016”.

Ricci sottolinea che “sono ormai evidenti le discrasie tecniche che, da tempo, avevamo evidenziato anche in Assemblea legislativa. Delle 3000 casette necessarie, nel Centro Italia, solo il 5 per cento è installato. Per i 23miliardi di euro di danni stimati ancora non si hanno adeguate certezze sulle risorse disponibili per cassa (ne sarebbero necessari altri 4/5 per i danni indiretti, legati al turismo, e le azioni di sviluppo post sisma). Occorre semplificare e velocizzare di più con maggiore impiego dell’autocertificazione”.

Secondo Claudio Ricci “con lucidità tecnica e oltre ogni posizione politica occorre agire subito per correggere il quadro tecnico-istituzionale a partire da una maggiore centralità decisionale: il capo dipartimento della Protezione civile deve coincidere, come figura, con il Commissario di Governo, mettendolo nella reale condizione di coordinare tutti i ministeri legati al quadro post sisma”. RED/mp

 

Fonte: Regione Umbria

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.