LIVORNO Primo Piano – Terrazza Mascagni. La Giunta approva il progetto definitivo per il restauro degli elementi architettonici

da
Advertising

Livorno –


Terrazza Mascagni (Foto: Andrea Corsaro)

I lavori per un totale di 195 mila euro saranno realizzati entro la fine dell’anno

Terrazza Mascagni. La Giunta approva il progetto definitivo per il restauro degli elementi architettonici

Aurigi: “Dopo 20 anni dall’ultimo intervento di manutenzione, oggi interveniamo con la prima tranche di un investimento complessivo di oltre mezzo milione di euro . Un progetto importante che possa sanare le criticità della struttura, autentico simbolo e biglietto da visita di Livorno nel mondo”

Livorno 5 luglio 2017 – Dopo aver ottenuto nei giorni scorsi il parere favorevole della Sovrintendenza, è stato approvato dalla Giunta Municipale il progetto definitivo per il restauro degli elementi architettonici della Terrazza Mascagni, la prima trance di un investimento complessivo di  oltre mezzo milione di euro stanziato nel piano 2017 delle opere pubbliche.
 
Il progetto che abbiamo approvato prevede un intervento che interesserà diffusamente il complesso monumentale – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Alessandro AurigiUna prima consistente straordinaria manutenzione dell’opera che possa donare alla Terrazza la sua originaria bellezza. A vent’anni di distanza da quando fu realizzato un intervento sul complesso, niente è stato più fatto, se non interventi di manutenzione ordinaria che arginassero le varie emergenze. E’ giunto dunque il momento di intervenire radicalmente  e di sanare la struttura che rappresenta il vero biglietto da visita di Livorno nel mondo”. “Già il sindaco Nogarin lo aveva preannunciato lo scorso anno –aggiunge l’assessore – perché la Terrazza rappresenta non solo uno dei luoghi più amati dai livornesi ma la vetrina più bella di Livorno, che deve essere valorizzata per la promozione turistica cittadina”.

L’Amministrazione ha dunque impegnato a questo scopo 195 mila euro che saranno destinati al restauro ed alla sostituzione degli elementi architettonici , oggi in condizioni di degrado. Si tratta di un lavoro di restyling del complesso che guarderà al mantenimento delle strutture originali con l’utilizzo di materiali e miscele tali da garantire una maggiore resistenza e impermeabilità ai danni provocati dal mare e dagli agenti atmosferici. Saranno sostituiti circa 400 metri di cimase (la parte superiore della balaustra) tra quelle dritte e curve, oltre a 80 metri di gocciolatoi lato mare, 2 interi basamenti di lampioni , 10 nuove sedute con 35 supporti e 35 spalliere. Sono infine previsti 4 nuovi pilastrini di collegamento tra una balaustra ed un’altra, 40 cimase di copertura dei pilastrini e 35 travetti di collegamento sottopanchina. Previsto anche un intervento per la sistemazione della pavimentazione laddove risultano mattonelle sconnesse.

I lavori consisteranno dunque nella riproduzione di tutti questi elementi, nella rimozione e demolizione di quelli non recuperabili e nella muratura dei nuovi manufatti. Saranno inoltre stuccate tutte le piccole lesioni ed eseguito il trattamento impregnante idrorepellente trasparente, per rendere idonee le miscele cementizie all’ambiente salmastro e marino. Subito dopo l’affidamento dell’appalto e l’apertura del cantiere, a detta dei tecnici, i lavori dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno.
 
Per quanto riguarda il verde della Terrazza Mascagni, in particolare per quanto riguarda l’area posta sul retro dell’Acquario, gli uffici hanno predisposto un progetto ( da sottoporre alla Soprintendenza) finalizzato alla riqualificazione della zona. Saranno realizzate per l’importo complessivo di 50 mila euro nuove aiuole , collocate nuove panchine, sistemato tutto il battuto ( il tratto che va dalla Terrazza alle Baracchine). L’obiettivo a riqualificare anche l’accesso alla Terrazza per chi proviene dal viale Italia.

Riguardo l’illuminazione è già stato realizzato un primo intervento sui tre candelabri Liberty posizionati intorno al Gazebo. Per quest’ultimo  è già stato approvato un progetto esecutivo che lo doterà di 12 fari a led per una scenografica illuminazione a colorazione variabile.
Già predisposto un progetto complessivo per l’importo di 315 mila euro che prevede la sistemazione di tutti i candelabri, sia quelli posizionati sulla Terrazza e sulla passeggiata fino a San Jacopo (n. 57) sia quelli posizionati nei giardini (n. 22).
 

 

Advertising