[REGIONE UMBRIA] LAVORI D'AULA (2): “ASSEMBLEA LEGISLATIVA PRENDE ATTO DEI PIANI TRIENNALI DEL PATRIMONIO DELLE QUATTRO AZ…

da
Advertising

(Acs) Perugia, 11 luglio 2017 – L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha preso atto dei Piani triennali del patrimonio delle quattro Aziende sanitarie umbre. Gli atti sono stati illustrati in Aula dal presidente della Prima Commissione, Andrea Smacchi, che ha ricordato le  audizioni svolte con gli uffici e con i direttori generali delle Aziende.

Dal Piano triennale del patrimonio 2016–2018 adottato dall’Azienda Usl Umbria 1 è emerso che il patrimonio dell’Asl si sviluppa su 38 Comuni ed è stimato intorno ai 190milioni di euro. Le principali strategie di patrimonializzazione che l’Azienda intende perseguire riguardano l’acquisizione di un immobile nell’area dell’ex Policlinico Monteluce; l’acquisizione di porzioni di un edificio al Palazzo della Salute di Bastia Umbria; l’acquisizione di porzione di un immobile da realizzarsi a cura del Comune di Castiglione del Lago da destinare a centro salute; la valorizzazione dei siti di Gubbio e Gualdo Tadino.

Il Piano triennale del patrimonio 2016–2018 adottato dall’Azienda Usl Umbria 2 non tiene conto delle problematiche seguite al terremoto dell’ottobre scorso che ha interessato molte strutture. Per questo motivo è indispensabile una rimodulazione del Piano che tenga conto della situazione post sisma che ha determinato l’inagibilità dell’ospedale di Norcia, Cascia e, indirettamente, anche di Spoleto per la Tac. Le principali strategie di patrimonializzazione che si intendevano perseguire sono: la realizzazione della nuova sede della Azienda Usl 2 a Terni; la realizzazione del Palazzo della Salute ad Orvieto; la realizzazione del Centro salute a Foligno; la realizzazione del nuovo Ospedale territoriale del comprensorio di Narni-Amelia; la valorizzazione dell’immobile in Piazza Nicosia a Roma attraverso lo strumento della concessione e non più mediante alienazione; l’acquisizione della sede del Centro salute sito a Spello.

Dall’audizione sul Piano triennale del patrimonio 2016–2018 adottato dall’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni è emerso che nessuna struttura dell’Azienda ha subito danni dal sisma. Nella pianificazione particolare attenzione è data all’acquisizione dell’immobile ‘ex Milizia’ in località Campomicciolo.

Il Piano triennale del patrimonio 2017-2019 adottato dall’Azienda ospedaliera di Perugia mostra che le disponibilità del patrimonio sono relative esclusivamente alla funzione ospedaliera e concentrate in due aree: il polo unico di Sant’Andrea delle Fratte, dove vengono identificati tutti gli immobili destinati alle funzioni assistenziali sanitarie comprensive delle pertinenze circostanti, alcune delle quali adibite ad aree di parcheggio. E il quartiere di Monteluce, costituito da un edificio ex farmacia ospedaliera, di cui oggi una parte viene adibita a magazzino ed un’altra concessa in locazione a Umbria salute. Sempre in questa area è presente il vecchio posteggio di Via del Favorevole, per il quale è stato ipotizzato un percorso di alienazione. DMB/

Fonte: Regione Umbria

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.