[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] VVF: Panontin, firma convenzione con Fvg dopo assestamento di bilancio

da
Advertising

Trieste, 14 lug – “La Regione rinnoverà la convenzione con la
Direzione regionale dei Vigili del Fuoco non appena approvato
l’assestamento di bilancio, in cui ci sono gli stanziamenti per
il suo finanziamento”.

Lo ha affermato l’assessore alla Protezione civile Paolo
Panontin, replicando al capogruppo della Lega Nord alla Camera
Massimiliano Fedriga, che chiedeva notizie in merito.

“Forse l’onorevole Fedriga non conosce bene il funzionamento dei
processi amministrativi della Regione, e quindi non sa che per
sottoscrivere la convenzione occorre che siano disponibili le
risorse. L’interesse della Regione, come già pubblicamente
assicurato dalla presidente Serracchiani, è che la convenzione
con i Vigili del Fuoco sia rinnovata e che i servizi a difesa
dell’ambiente e dei cittadini siano garantiti al meglio anche in
mesi potenzialmente difficili come quelli estivi”.

L’assessore precisa che “la convenzione in atto con i VVF, e
l’accordo operativo ad essa collegato in materia di incendi
boschivi, è tutt’ora in vigore avendo la scadenza fissata al 4
settembre 2017. Inoltre la convenzione riguarda la reciproca
collaborazione fra i Vigili del Fuoco e la Protezione civile
regionale nelle attività da svolgersi nel territorio, in
particolare riguardo le interconnessioni fra le Sale operative,
le attività di pianificazione in emergenza, il concorso
nell’attività di anti incendio boschivo, le attività congiunte di
formazione e addestramento del volontariato di PCR e del
personale dei VVF, la collaborazione tecnico-scientifica.

Inoltre, la convenzione prevede la possibilità di fornire in
comodato gratuito o di acquistare direttamente da parte dei
Vigili del Fuoco mezzi e attrezzature antincendio, utilizzando
sempre le risorse finanziarie previste nella convenzione”.

Alla richiesta formulata da Fedriga di garantire “l’immediata
attivazione del distaccamento dei Vigili del fuoco a Lignano”,
Panontin replica ricordando che “nello strumento convenzionale
non sono previste attività di carattere strutturale riguardanti
sedi distaccate, organici o attività proprie dei VVF quale il
soccorso tecnico urgente. E dovrebbe essere condivisa anche da un
parlamentare – conclude l’assessore – la convinzione che le
competenze di una Regione autonoma non debbano svolgersi in
supplenza delle competenze dello Stato”.
ARC/Com/EP

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.