Firenze Categorie protette e persone fragili, a 33 un lavoro

da
Advertising

Sono 33, delle 37 valutate, le persone introdotte nel progetto comunale Slin, ovvero l’inserimento lavorativo di soggetti in carico al dipartimento di salute mentale o iscritti alle categorie protette. Sei gli stage iniziati, altrettanti quelli in procinto di cominciare, 40 le aziende contattate che hanno dato la disponibilità a ospitare i soggetti.

Particolarmente interessate si sono rivelate le imprese nei settori dell’agricoltura e cooperative. Altre 40 persone sono già in fase di valutazione.

“Questo progetto è estremamente importante perché consente anche a chi è in difficoltà di entrare a far parte del mondo del lavoro e questo rappresenta un elemento di svolta per la dignità di queste persone. Dunque, ancora grande attenzione al valore della coesione sociale che sta particolarmente a cuore alla Giunta Ghinelli. Un’opportunità di lavoro per persone fragili è un elemento di dignità e di sostegno per loro e le proprie famiglie. Riuscire a garantire una concreta opportunità di occupazione è un grande successo che gratifica questa amministrazione. Un ringraziamento ai privati e al privato sociale per la grande collaborazione e a tutti quelli che hanno dato un supporto a partire dagli uffici comunali” – ha commentato l’assessore alle politiche sociali e familiari Lucia Tanti.

 

Fonte: Comune di Arezzo

Advertising