[ REGIONE TOSCANA ] Teatro povero di Monticchiello, Barni: “L'identità forte di una comunità”

da
Advertising

FIRENZE – “Sono lietissima di essere qui ancora una volta a presentare questa manifestazione che ho seguito ogni anno. E’ il riconoscimento del lavoro di un’intera comunità e dell’identità forte di una comunità, che ha in qualche modo accompagnato la mia vita”. La vicepresidente e assessora alla cultura Monica Barni ha presentato stamani nel corso di una conferenza stampa l’edizione numero 51 del Teatro povero di Monticchiello. Erano con lei Giampiero Giglioni, presidente della cooperativa del Teatro povero e Andrea Cresti, regista degli spettacoli e “anima” del Teatro povero di Monticchiello, il paese che da ormai mezzo secolo mette in scena, con il coinvolgimento di tutti gli abitanti, spettacoli su questioni cruciali per la vita della comunità.

“Voglio sottolineare l’importanza di una comunità che si riconosce nel teatro e nella cultura – ha detto ancora Monica Barni – e che fa teatro e cultura. Prima di tutto per loro stessi e poi per chiunque vuole andare a vederli. Una comunità che partecipa alla costruzione di questa importantissima manifestazione. Siamo alla cinquantunesima edizione, auguriamo di poter continuare per gli anni a venire”.

Tradizione sperimentale che ogni anno propone un nuovo testo, lo spettacolo del Teatro povero di Monticchiello è ideato, discusso e recitato dagli abitanti attori, sotto la guida e per la regia di Andrea Cresti. Quest’anno l’autodramma “malComune” verrà rappresentato dal 22 luglio al 14 agosto, tutte le sere (eccetto i lunedì 24 e 31 luglio) alle 21.30, nella piazza della Commenda di Monticchiello, lo splendido borgo della Val d’Orcia.

Prenotazioni e informazioni: 0578 755118 (ore 9-12.30 e 15-17.30)

Prenotazioni on line: www.teatropovero.it

Tutti i materiali per la stampa sono scaricabili al seguente link: http://teatropovero.it/?p=3712

Fonte: Regione Toscana

Advertising