[REGIONE UMBRIA] PRIMA COMMISSIONE: APPROVATO A MAGGIORANZA L'ASSESTAMENTO DI BILANCIO 2017 – RITIRATI GLI EMENDAMENTI DI …

da
Advertising

 

(Acs) Perugia, 19 luglio 2017 – La Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presieduta da Andrea Smacchi, ha approvato l’assestamento del bilancio 2017 con i voti favorevoli della maggioranza (Chiacchieroni, Guasticchi, Casciari, Leonelli, Smacchi-Pd), il voto contrario di Carbonari-M5S, mentre Nevi-FI e Mancini-Ln sono usciti al momento del voto. L’assestamento, che era stato illustrato dalla presidente Marini la settimana scorsa (https://goo.gl/3U82no), andrà in Aula il prossimo 25 luglio. Relatore di maggioranza sarà Smacchi (Pd), Carbonari (M5S) quello di minoranza.

Alla seduta della Commissione hanno partecipato anche gli assessori Luca Barberini e Antonio Bartolini. Prima dell’illustrazione degli emendamenti, l’assessore Barberini, ha annunciato “il ritiro di tutti gli emendamenti presentati dalla Giunta, la richiesta ai consiglieri di maggioranza di ritirare gli emendamenti da loro presentati, e il parere negativo agli emendamenti della minoranza. Infatti – ha spiegato Barberini – non siamo nelle condizioni di poter toccare alcunché all’interno dell’assestamento di bilancio che viene presentato. Questo da un lato perché l’approvazione del Bilancio avviene in anticipo rispetto al passato, dall’altro perché la manovra ora in discussione si regge su equilibri che discendono da una politica finanziaria che ha fortemente limitato le risorse agli Enti locali e alle Regioni. Nonostante ciò siamo riusciti a presentare una situazione di tenuta complessiva dell’assestamento, che comunque fa scelte ben precise su alcune situazioni che avevano necessita di copertura, a partire dai servizi primari per la comunità umbra. Ci riserviamo comunque la possibilità di ripresentare qualche emendamento in Aula”.

Negli interventi dei commissari, Claudio Ricci (Rp) ha sottolineato che “sarebbe stato opportuno che la dichiarazione dell’assessore fosse stata fatta prima della presentazione degli emendamenti da parte dei consiglieri”; Gianfranco Chiacchieroni (Pd) ha preso atto “della volontà della Giunta, una decisione giusta verso la comunità regionale per la necessita di mantenere in equilibrio i conti”; per Raffaele Nevi (FI) “oggi c’è stato un fatto politico nuovo, con la Giunta che ha deciso di mettere il bavaglio alla maggioranza”.

Dopo una sospensione della seduta, i consiglieri di maggioranza hanno ritirato tutti i loro emendamenti, riservandosi la possibilità di ripresentarli in Aula. Gli emendamenti della minoranza sono stati respinti.

EMENDAMENTI RESPINTI

Carla Casciari (Pd) e Silvano Rometti (Ser) hanno ritirato la loro firma dall’emendamento presentato insieme a Marco Squarta (FdI) con il quale proponevano di stanziare 50mila euro a copertura della legge contro lo spreco alimentare, la cui approvazione sarebbe bloccata proprio dalla mancanza di un adeguato finanziamento. L’emendamento, rimasto con la sola forma di Squarta (FDI) è stato respinto con i voti favorevoli della minoranza (Nevi-FI, Mancini-Ln, Carbonari-M5S) e l’astensione di quelli di maggioranza (Smacchi, Leonelli, Guasticchi, Chiacchieroni-Pd). Casciari-Pd non ha partecipato al voto.

Marco Vinicio Guasticchi (Pd), anche a nome della presidente Donatella Porzi, ha ritirato la firma all’emendamento presentato insieme a Valerio Mancini (Ln) per dare un contributo straordinario di solidarietà al fondo per le regioni terremotate. L’emendamento, rimasto solo a firma Mancini (Ln), è stato respinto con i voti favorevoli della minoranza (Nevi-FI, Mancini-Ln, Carbonari-M5S) e l’astensione di quelli di maggioranza (Smacchi, Leonelli, Guasticchi, Chiacchieroni-Pd).

Sono poi stati respinti, con i voti favorevoli della minoranza (Nevi-FI, Mancini-Ln, Carbonari-M5S) e contrari della maggioranza (Smacchi, Leonelli, Guasticchi, Casciari, Chiacchieroni-Pd), gli emendamenti presentati da Raffaele Nevi (FI) per aumentare di 50mila euro i fondi per la sicurezza dei Comuni; per aumentare di 58mila euro i finanziamenti per le manifestazioni storiche; per aumentare di 150mila euro gli stanziamenti per il sostegno allo sport; per sbloccare le assunzioni nei Consorzi di bonifica; per aumentare di 50mila euro il contributo a favore dell’Istituto di studi musicali “G.Briccialdi” di Terni; per uno stanziamento di 60mila euro destinato all’acquisto di parrucche da parte dei pazienti oncologici. DMB/

Fonte: Regione Umbria

Advertising