Firenze Accoltellamento in piazza Indipendenza, Forza Italia: "Da giunta comunale e Quartiere solo chiacchiere, subito presidi fissi nelle zone a rischio"

da
Advertising

“Solo una settimana fa abbiamo incontrato i residenti di piazza Indipendenza in un consiglio di Quartiere aperto sul degrado, la violenza e l’illegalità che imperano ormai da anni nella piazza. Abbiamo ascoltato tante promesse e belle parole da parte dei nostri amministratori, e il risultato è l’accoltellamento dell’altra sera, con rissa annessa pochi metri più in là, in via Dolfi. È il momento di dire basta”. Questo il commento dei consiglieri del Q1 Alessandro Delfino e Roberta Pieraccioni insieme al capogruppo a Palazzo Vecchio Jacopo Cellai.

“Il livello di emergenza sicurezza a Firenze è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi mesi, con continui episodi di violenza – aggiungono gli esponenti azzurri –. Il sindaco Nardella ha chiesto al governo più uomini delle forze dell’ordine, e siamo d’accordo, ma noi torniamo a chiedere con forza che con il nuovo comandante della Polizia Municipale si lavori da subito sul varo di presidi fissi in tutte le zone a rischio del centro storico, con vigili addestrati in modo adeguato per fronteggiare le emergenze. E i presidi devono essere sia diurni che notturni”.

“Avevamo chiesto, alla luce del peggioramento della situazione in molte zone del centro, di rivitalizzare almeno la commissione di donne contro il degrado al Q1, come segnale di attenzione ai cittadini, ma il sindaco Nardella sui giornali ha dichiarato che serve ben altro. Ebbene, che lo metta in campo allora, e subito: i fiorentini non sono più disposti ad aspettare. Da parte nostra, a settembre presenteremo una nuova richiesta di consiglio aperto, per constatare cosa sarà cambiato davvero in piazza Indipendenza” concludono Cellai, Delfino e Pieraccioni. (fdr) 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising