MODENA – INVESTIMENTI SU CANILE E MONITORAGGIO DEI CAVALCAVIA

da
Advertising

Via libera all’applicazione dell’avanzo vincolato, per complessivi 788 mila euro, con il conseguente ok a una serie di investimenti che potranno essere realizzati: 330 mila euro per vari interventi su piste ciclabili e intersezioni stradali, per esempio, 266 mila per la manutenzione straordinaria del canile e 88 mila per lavori alla casa protetta del Monte. E’ uno degli elementi principali della variazione di bilancio approvata dal Consiglio comunale di Modena oggi, giovedì 20 luglio, con il voto di Pd e Art. 1- Mdp; l’astensione di Per me Modena; il voto contrario di M5s e FI.

Il provvedimento, illustrato dall’assessore al Bilancio Andrea Bosi, prevede anche una rimodulazione degli investimenti per consentire di finanziare con un milione di euro all’anno, per il triennio 2017-2019, il monitoraggio dei cavalcavia del territorio comunale, mentre tra le maggior entrate vincolate ci sono 436 mila euro di contributo regionale sulla casa (risorse da destinare agli inquilini morosi incolpevoli), 293 mila euro di risorse europee e statali per il progetto Siamo (Sistema per l’integrazione e l’accoglienza di Modena, partito nei giorni scorsi con un intervento complessivo di 387 mila euro: 32 azioni dall’accoglienza a scuola all’utilizzo degli strumenti digitali), 200 mila euro di contributo Anci per il progetto Musichub (valore complessivo di 432 mila euro) che prevede anche lavori al Centro musica per 75 mila e l’acquisto di arredi e attrezzature per 20 mila euro. Il Comune era rimasto inizialmente fuori dai finanziamenti del progetto “GiovaniRiGenerazioniCreative” (primo degli esclusi) per poi rientrarvi in giugno con la scorrimento della graduatoria.

Con la variazione entrano in bilancio anche 90 mila euro del rimborso forfettario riconosciuto dagli organizzatori del concerto di Vasco Rossi del 1 luglio in base a una convenzione che prevede una quota di 2 euro per biglietto venduto. Lo scorso mese era già stata registrata l’entrata di 350 mila euro. La cifra complessiva è quindi di 440 mila euro in attesa della certificazione definitiva di Siae sui biglietti che potrebbe portare il totale intorno a 450 mila euro.

Tra le maggiori entrate anche 20 mila euro di contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per il corso di formazione sulla cooperazione internazionale e 10 mila euro di contributo regionale per progetti rivolti ai giovani (Buona la notte e Infobus).

L’applicazione dell’avanzo in conto capitale è stata possibile grazie agli spazi di pareggio finanziario assegnati dalla Regione (circa tre milioni e 800 mila euro) che garantiscono l’equilibrio del saldo finale anche nella prospettiva di far fronte agli effetti contabili dovuti alla risoluzione anticipata della convenzione con il Modena calcio per la gestione dello stadio Braglia e quindi all’indebitamento necessario per assumere gli oneri del mutuo che la società calcistica ha con l’Istituto di credito sportivo e di cui il Comune è fideiussore.

Esprimendo soddisfazione per “i conti in ordine del bilancio comunale, in un periodo difficile per la finanza locale”, l’assessore Bosi ha sottolineato che gli adempimenti obbligatori si sono chiusi con dieci giorni d’anticipo rispetto alla scadenza normativa di fine luglio, mentre “tra gli investimenti triennali assume particolare rilievo quello per la sicurezza dei nostri cavalcavia”.

Insieme ai 330 mila euro per interventi su piste ciclabili e intersezioni stradali, grazie all’avanzo si procede anche con la manutenzione straordinaria del canile utilizzando le risorse del lascito Amato: 207 mila con l’avanzo, oltre 58 mila euro riscossi nel 2017 dalla vendita di alloggi. Anche l’intervento alla casa protetta Del Monte è finanziato per 88 mila euro dalla quota di un lascito, quello di Lauretta Sirotti, scomparsa nel 2009, così come l’acquisto di arredi per la Biblioteca Delfini: quasi 8 mila euro del lascito Morone. Da Autostrade arrivano 32 mila euro per opere di mitigazione ambientale, mentre una donazione di 50 mila euro va a contribuire all’intervento per la sistemazione dell’hangar dei Vigili del fuoco che ha un costo complessivo di 223 mila euro. La quota rimanente rientra nella rimodulazione degli investimenti.

Advertising