MODENA – “PARTIRE O RESTARE”, FRANCESCO PICCOLO AI GIARDINI D'ESTATE

da
Advertising

Prosegue, ai Giardini Ducali di Modena in corso Canalgrande, la programmazione di incontri e spettacoli con i protagonisti della scena letteraria e teatrale italiana. Venerdì 21 luglio alle 21.30 è Francesco Piccolo, già vincitore del Premio Strega nel 2014, a portare sul palco dei Giardini d’Estate la narrazione intitolata “Partire o restare. L’amica geniale e la questione cruciale del Sud”. La serata è in calendario per la rassegna organizzata da Studio’s con contributo di BPER Banca, nell’ambito dell’Estate modenese 2017 del Comune, realizzata con il sostegno di Gruppo Hera e Fondazione Cassa di risparmio di Moden

Presentato in anteprima a “Tempo di Libri” a Milano, il reading di Francesco Piccolo affronta, oltre alla saga di Elena Ferrante citata nel titolo, altri romanzi e testi sul nostro Meridione come “I Viceré” di De Roberto, “Ferito a morte” di La Capria e la commedia tragicomica di de Filippo “Natale in casa Cupiello” che trattano il nodo filosofico dellandare via o restare nella città in cui si è nati.

Un racconto che si ispira alla letteratura, un reading inedito, prodotto dallo stesso Piccolo, di testi memorabili, con brani musicali e spezzoni di film, una riflessione che coinvolge ed emoziona.

Francesco Piccolo è scrittore e sceneggiatore. Ha vinto il Premio Strega 2014 con “Il desiderio di essere come tutti” (Einaudi), romanzo-confessione sulla sinistra italiana. Per Einaudi ha pubblicato anche: “La separazione del maschio” (2008), “Momenti di trascurabile felicità” (2010), “Momenti di trascurabile infelicità” (ultima edizione 2016). In Einaudi Tascabili: “Storie di primogeniti e figli unici” (2012), “Allegro occidentale” (2013) e “LItalia spensierata” (2014). È fra gli autori di “Figuracce” (Einaudi Stile Libero 2014). Ha firmato sceneggiature per Nanni Moretti (“Il Caimano”, “Habemus Papam”, “Mia madre”), per Paolo Virzì (“My name is Tanino”, “La prima cosa bella”, “Il capitale umano”), per Silvio Soldini (“Agata e la tempesta”, “Giorni e nuvole”) e per Francesca Archibugi (“Il nome del figlio”). È stato autore di programmi televisivi quali Vieni via con me”, “Quello che (non) ho” e “Viva il 25 aprile”. Collabora, fra gli altri, con il Corriere della Sera..

Anche venerdì ai Giardini Ducali è aperto il “Buon ristoro” di Piacere Modena, che serve gnocco, tigelle, tortellini e tipicità locali con le quattro doc modenesi del Lambrusco e sta aggiungendo via via al menù nuovo piatti estivi sempre all’insegna di prodotti tipici e tradizione con un pizzico di fantasia (informazioni e prenotazioni al tel. 059 208672).

Ai Giardini d’Estate sabato 22 incontro alle 19 con l’autrice Silvia Avallone; alle 21.30 il concerto di gruppi emergenti Sgt. Pepper’s Lonely hearts club band 50th, in collaborazione con il Centro Musica.

Il programma dell’Estate modenese è online (www.comune.modena.it)

Advertising