Capannori Nasce “Capannori Free”, la nuova rete wi-fi gratuita del Comune

da
Advertising

Capannori –

Il sindaco Luca Menesini si collega a Capannori Free

Trenta punti wi-fi posizionati nei luoghi più strategici del territorio, dal palazzo municipale ai poli culturali, dalla via Francigena ai parchi, per connettersi gratuitamente a internet 24 ore su 24 con una velocità paragonabile a una moderna adsl. E’ questa “Capannori Free” la nuova rete senza fili che il Comune di Capannori, grazie a un cofinanziamento della Regione Toscana, ha attivato.

Un’infrastruttura tecnologica che è uno dei punti principali del percorso di digitalizzazione e di promozione turistica dell’amministrazione comunale. Proprio per questo stamani (venerdì) al parco pubblico di Guamo è stata presentata dal sindaco Luca Menesini.

Nata sulla base di “Freeinternetwifi”, la prima rete senza fili del Comune, dalla quale eredita circa la metà delle postazioni, “Capannori Free” è a “burocrazia zero” ed è pensata tenendo al primo posto il concetto di semplicità. Per registrarsi gratuitamente è sufficiente possedere un account Facebook oppure un numero di telefonia mobile italiano e un indirizzo email valido. Seguendo la procedura guidata, in meno di due minuti la registrazione sarà completata e ci si potrà connettere a internet per consultare le news sul telefono, fare una diretta Facebook, pubblicare una foto su Instagram, effettuare una videochiamata Skype o svolgere qualsiasi altra attività. Dall’accesso successivo connettersi sarà ancora più semplice, perché il sistema memorizzerà i dati sul dispositivo (smartphone, tablet, computer o altro).

Il cittadino o il turista, rispetto a quanto avveniva con la vecchia rete in cui il limite era di un’ora al giorno a utente, non dovrà nemmeno tenere sotto controllo la durata del proprio collegamento, visto che è attiva 24 ore su 24. Sono inoltre presi alcuni accorgimenti tecnici per garantire la qualità della connessione, prevenendo gli abusi.
“Una rete wi-fi di qualità, che innalza il livello dei servizi offerti dalla città di Capannori – ha dichiarato il sindaco, Luca Menesini -. Avere una connessione internet oggi è quasi essenziale non solo per accedere ai servizi online offerti dalla pubblica amministrazione ma anche per tutta una serie di attività entrate nella nostra quotidianità, come leggere notizie oppure acquistare un biglietto per il treno. Il wi-fi è inoltre un servizio a valore aggiunto per i turisti, italiani e stranieri, che possono cercare informazioni sul nostro territorio e, perché no, condividere sui social network le foto più belle di Capannori e dei suoi paesi. Ecco perché riteniamo la nuova rete wi-fi particolarmente rilevante per lo sviluppo e per la promozione di Capannori”.

Ecco i 30 punti dove è possibile collegarsi alla rete “Capannori Free”: Matraia belvedere zona chiesa, Valgiano zona chiesa, San Pietro a Marcigiliano area a verde (nuovo), Petrognano zona chiesa (nuovo), San Gennaro Palazzo Boccella, Marlia piazza don Carlo Matteoni (nuovo), Marlia sportello al cittadino sud – mercato, Segromigno in Monte parco “Pandora” (nuovo), Lammari parco “Ilio Micheloni”, Lunata zona area a verde via dei Giomi vicino via Pesciatina (nuovo), Capannori palazzo comunale, Capannori piazza Aldo Moro, Capannori sala consiglio comunale, Capannori area mensa, Capannori parco pubblico, Capannori Arté, Capannori via Carlo Piaggia, Capannori museo Athena, Tassignano Artémisia biblioteca Ungaretti, Tassignano Artémisia parco, Verciano area incrocio via dei Boschi via di Ponte Strada (nuovo), Guamo parco via Nuova di Guamo (nuovo), Vorno Ostello “Il Rio di Vorno”, Massa Macinaia campo sportivo (nuovo), San Leonardo in Treponzio sportello al cittadino sud, S. Andrea di Compito area Mostra Antiche Camelie della Lucchesia – Centro Culturale Compitese, S. Andrea di Compito Camellietum Compitese (nuovo), Castelvecchio di Compito parco piazza Signorina Gina (nuovo), Castelvecchio di Compito belvedere (nuovo), Ruota parcheggio vicino chiesa (nuovo).

Alcuni punti wi-fi del territorio, come quello nei parchi di Segromigno in Monte, Guamo e Lunata sono più evoluti. Oltre alla connessione mettono a disposizione di cittadini e turisti un tavolo con sedute e uno schermo touch su cui visualizzare liberamente informazioni istituzionali e turistiche grazie al progetto “Capannori Infotec”. Le tre postazioni sono accessibili alle persone con disabilità.

Capannori, quindi, è sempre più connessa.

Advertising
Tags: