[Lucca] VIABILITA’ VALLE DEL SERCHIO: ECCO IL PROGETTO DELLA NUOVA ROTATORIA CHE ‘SUPERERA” L’INCROCIO TRA LA ‘LODOVICA’ E LA SP 32 A DIECIMO

da
Advertising

Lucca –

A settembre il via al I lotto dell’opera da 337mila euro progettata dalla Provincia di Lucca

VIABILITA’ VALLE DEL SERCHIO: ECCO IL PROGETTO DELLA NUOVA ROTATORIA CHE ‘SUPERERA” L’INCROCIO TRA LA ‘LODOVICA’ E LA SP 32 A DIECIMO

 

Il nuovo svincolo consentirà di escludere il passaggio dei camion dal ponte attribuito al Nottolini

 

 

Razionalizzare le intersezioni stradali, rendere il traffico più scorrevole ed elevare il grado di sicurezza: sono questi i punti fermi su cui si basa il progetto di rotatoria tra la strada provinciale n. 2 ‘Lodovica’ e la strada provinciale n. 32 ‘di Pescaglia’, in località Diecimo nel comune di Borgo a Mozzano, per un investimento complessivo di 337mila euro.

 

Il progetto, realizzato dalla Provincia di Lucca, è stato presentato oggi (21 luglio) a Borgo a Mozzano, dal sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti, dal consigliere provinciale con delega alle strade Mario Puppa e dai tecnici di Comune e Provincia agli industriali della zona interessata dal progetto, per definire al meglio il tutto, soprattutto in vista dell’inizio dei lavori, programmato per settembre.

 

L’obiettivo generale dell’intervento – spiega il consigliere provinciale con delega alle strade Puppa – è quello di mettere in sicurezza e di potenziare la rete stradale attuale, che presenta alti volumi di traffico in una zona densamente industrializzata della Valle: circa 11-12mila veicoli al giorno, di cui circa il 20% di mezzi pesanti. Questo intervento rientra in un più vasto quadro di opere realizzate dalla Provincia che hanno come obiettivo proprio quello di aumentare la sicurezza della circolazione sulle nostre strade e sciogliere quei ‘nodi’ che creano potenziale pericolo e disagio. Una volta aperto il cantiere seguiremo passo passo l’avanzamento dei lavori anche per evitare il più possibile i disagi agli automobilisti e agli autotrasportatori, ma l’intervento è più che mai necessario”.

 

Parole di soddisfazione sono state espresse anche dal sindaco Andreuccetti, che vede nella rotatoria di Diecimo “un’opera attesa da tempo, che renderà più fluida e sicura la viabilità per tutta la Valle. Con il potenziamento e la messa in sicurezza della rete attuale, infatti, il traffico sarà più scorrevole sia per i mezzi pesanti che per le automobili. Inoltre, anche gli abitanti di Pescaglia e Borgo a Mozzano potranno muoversi in sicurezza a piedi o in bici, grazie alle nuove opere di compensazione che verranno previste proprio a favore dei pedoni”.

 

Obiettivi e situazione attuale. L’adeguamento a rotatoria della doppia intersezione tra la Sp 2 ‘Lodovica’ e la Sp 32 ‘di Pescaglia’, in frazione Decimo, vuole sostanzialmente potenziare la rete stradale attuale, che presenta alti volumi di traffico, in parte mezzi pesanti provenienti e diretti alla cava di estrazione e lavorazione di materiale lapideo, Cave Pedogna, nel comune di Pescaglia, che si raggiunge proprio attraverso la Sp 32.

L’innesto tra la Sp32 e la Sp2 avviene con un doppio incrocio che si snoda a cavallo del ponte che attraversa il torrente Pedogna. Venendo da Lucca in direzione Media Valle, la prima intersezione è divisa in due parti, il collegamento tra la Sp 32 e la Sp 2, realizzato sulla viabilità storica che, dopo aver superato il torrente Pedogna, attraversa il ponte in muratura, che si trova immediatamente a monte della Sp 2, si immette a destra sulla ‘Lodovica.  Sull’altro margine stradale, poco più avanti, è presente l’immissione con un incrocio a T della strada comunale che proviene dalla zona industriale di Diecimo e che, sebbene caratterizzata da traffico modesto, crea notevoli disagi, in quanto utilizzata quasi interamente da mezzi pesanti.

 

Progetto complessivo. E’ prevista a realizzazione di una rotatoria che consentirà di eliminare tutte le manovre di svolta a sinistra e, al tempo stesso, di evitare – grazie alla realizzazione di un nuovo tratto viario tra la Sp2 e la Sp32 – l’attraversamento dell’abitato di Diecimo, nonché di escludere il ponte attribuito al Nottolini da questi alti flussi di traffico, soprattutto di mezzi pesanti, che, a causa della manovra che sono costretti a compiere, costringono attualmente i veicoli leggeri o l’utenza debole ad attendere il completamento delle manovre. L’investimento per il primo lotto dell’opera sarà di 337mila euro.

 

I dettagli dell’opera. Verrà realizzata una rotatoria a sinistra del torrente Pedogna. Il rondò è di tipo compatto con anello a due corsie di marcia; ingressi con due corsie di marcia e uscita con una. Sono inoltre previste isole spartitraffico laterali in rilievo e fascia sormontabile centrale per i mezzi pesanti. Saranno, inoltre, presenti dei percorsi pedonali protetti per attraversamenti ciclabili e pedonali. E’ stata favorita, infatti, la domanda di attraversamento della Sp2 da parte dei pedoni e dei ciclisti, attraverso la creazione di passaggi pedonali con isola centrale ‘salvapedoni’.

 

I tempi del cantiere. La Provincia che ha già approvato il progetto esecutivo provvederà adesso ad indire la gara di appalto per far partire i lavori nel mese di settembre, mentre la durata dell’intervento è stimata in due mesi circa. Nel 2018, invece, saranno appaltati i lavori del 2° lotto sulla stessa rotatoria per gli interventi di rifinitura, posizionamento dei cordoli, sistemazione dell’aiuola interna alla rotonda e del nuovo manto di asfalto.

Fonte Verde Azzurro

Advertising