MODENA – Il Salotto in Piazza XX Settembre

da
Advertising

L’invito del “Salotto in piazza XX settembre” per domenica 23 luglio alle 21.30 è a riscoprire la bellezza attraverso musica e sapori di una delle città più belle del mondo. Non però senza offrire a tutti, alle 20, la possibilità di riscoprire Modena con una visita guidata gratuita al centro storico, a cura dell’associazione guide turistiche Arianna. La camminata parte da piazza XX settembre e il contenuto, collegato al concerto della serata, è orientato a ritrovare tracce della diffusione della canzone napoletana al Nord, nel contesto del Risorgimento e della costruzione dell’Unità d’Italia.

Poi sarà un’atmosfera partenopea, tra suoni e profumi di pizza, ad avvolgere il pubblico nella prima serata della rassegna organizzata dal Salotto culturale Aggazzotti nell’ambito dell’Estate Modenese 2107 del Comune di Modena, con il sostegno di Gruppo Hera e Fondazione Cassa di risparmio di Modena. Il titolo della serata di domenica 23 luglio nella centralissima piazza modenese è, infatti “Napoli, tra aneddoti e curiosità su musica e pizza e storia.

Alle 21.15, sul palco, fa il suo esordio la nuova “rubrica” fissa della rassegna intitolata “Pillole di cultura” e dedicata la prima volta a “Forse non tutti sanno che… la pizza”. Si racconteranno aneddoti e curiosità sul simbolo gastronomico di Napoli che è anche una bandiera mondiale di italianità. E grazie allo sponsor Italpizza, che propone una degustazione di “pizza in piazza”, si raccoglieranno fondi pro Ant (Associazione nazionale tumori onlus).

Seguirà alle 21,30 il Concerto che vedrà protagonisti Sabrina Gasparini (Voce), Max Marmiroli (Sax e Percussioni), Gen Llukaci (Violino), Vincenzo Murè (Pianoforte), e con la partecipazione straordinaria del tenore Filippo Giovagnorio.

Dal palco risuoneranno le note e le parole di canzoni immortali, classici intramontabili come “O Sole mio”, “Torna a Surriento”, “Reginella”, “Malafemmina”, ma anche composizioni di autori contemporanei quali Roberto Murolo e Pino Daniele ed Enzo Gragnaniello, con “Napul’è”, “Cu mme” e tante altre. Alcuni classici saranno rivisitati con un groove moderno e nuove letture musicali personalizzate. Verranno spiegate le influenze musicali a proposito del forte legame di Napoli con l’America e le Americhe, prima con il fenomeno migratorio di fine Ottocento e primi Novecento, poi con la Liberazione e il dopopoguerra, con la forte influenza dei soldati Usa di una delle più grandi basi Nato d’Europa, che andavano nei locali notturni della città e talvolta erano musicisti che si univano in jam con i colleghi napoletani.

 

La rassegna “Salotto in Piazza XX Settembre”si inserisce nel cartellone delle iniziative dell’Estate modenese 2017

 

 

 

           

Advertising