Firenze Premio Pio Alferano, il sindaco Nardella riceve il riconoscimento assegnato a Firenze

da
Advertising

“A Dario Nardella sindaco della più bella città del mondo, la governa con lo spirito musicale che gli viene dal suo originario mestiere, cercando di restituirle l’ordine che è proprio della sua storia e del pensiero che si fa letteratura, arte, architettura. Firenze è l’Italia….occorre amministrarla con delicatezza… Ci vuole rispetto. E ci vuole orgoglio. Firenze è di tutti, ma ognuno ha il compito di contribuire a conservarla integra e bella. E il sindaco è come il guardiano di questo giardino. Il premio a Firenze e al suo sindaco è un premio all’Italia”.

È questa la motivazione alla base del riconoscimento che la Fondazione Pio Alferano ha assegnato al sindaco Nardella e che gli è stato consegnato ieri sera nel corso di una manifestazione a Castellabate.

“Sono particolarmente onorato – ha dichiarato il primo cittadino – perché questo riconoscimento premia la politica con cui Firenze sta affrontando i problemi propri di una città turistica trasformandoli in opportunità. Si tratta di uno stimolo per il nostro lavoro e una gratificazione per coloro che in quest’opera hanno creduto e si sono costantemente impegnati”.

Il premio, rappresentato simbolicamente da una scultura in ceramica dell’artista di Caltagirone Nicolò Morales, dal titolo Mediterraneo, è stato consegnato durante un evento condotto dal giornalista Nicola Porro e dall’attrice Diana Del Bufalo. Oltre al sindaco Nardella sono stati insigniti del riconoscimento anche il regista Pupi Avati, la giornalista Livia Azzariti, lo scrittore Paolo Crepet, l’artista Piero Guccione, il generale dei Carabinieri Giovanni Nistri, il presidente di FareAmbiente Vincenzo Pepe, l’editore Franco Maria Ricci, gli imprenditori Antonio Longo e Corrado Del Verme (Santomiele), l’attore Ricki Tognazzi, l’attrice Simona Izzo e lo chef Gianfranco Vissani. Un Premio speciale del Comune di Castellabate è stato consegnato a Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice.

Nella stessa serata sono state inaugurate da Vittorio Sgarbi, direttore artistico del premio, anche le mostre personali dei pittori Piero Guccione, Carlo Guarienti, Pino Navedoro, Grazia Cucco, Nicolò Morales, Rocco Iannelli, dello street artist Neve e una collettiva di giovani artisti nati dopo il 1990: Novantiani.

La Fondazione Pio Alferano e Virginia Ippolito è nata nel 2012 per volontà della signora Virginia, per onorare e ricordare la memoria di suo marito, il generale dei Carabinieri Pio Alferano. Questi, distintosi per rettitudine morale e per la sua strenua difesa in favore della legalità e dell’arte, negli anni settanta ebbe un ruolo importante e determinante al comando del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri. Sotto la sua competente guida e grazie alla sua abile attività investigativa, furono ritrovate inestimabili opere d’arte che erano state illecitamente sottratte.

Per info www.fondazionepioalfierano.it

(mf)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising