[TORINO] Il coraggio di nuotare. L’impresa di Riccardo Gallina

da
Advertising

di Marco Aceto

Il torinese Riccardo Gallina, atleta non vedente dall’età di tre anni e campione di nuoto pinnato nelle gare di velocità categoria S3 disabilità sensoriale, il 1 agosto compirà l’impresa di attraversare lo Stretto di Messina accompagnato dalla figlia Elisa e da cinque ragazze della Rarinantesitaly. Il gruppo è allenato dal tecnico federale Roberto Peila, che sarà presente durante la traversata.

L’idea è nata per raccogliere dei fondi da destinare all’Associazione Sportiva SportAbili Alba Onlus che offre alle persone con qualsiasi tipo di disabilità la possibilità di mettersi in gioco attraverso lo sport. Le donazioni possono essere fatte online, utilizzando la carta di credito o il conto Paypal su www.retedeldono.it/it/rarinantesitaly.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Città di Torino. “Sono orgoglioso di aver concesso il patrocinio a questa iniziativa – ha sottolineato l’assessore Roberto Finardi. Per Riccardo non sarà certo una passeggiata e gli faccio il mio personale augurio per l’ottima traversata dello Stretto. Spero che tutti i partecipanti possano godere di una splendida giornata di sport, gioia e divertimento”. Riccardo Gallina e i suoi accompagnatori contano di compiere l’impresa in circa un’oretta completando così un percorso di tre chilometri che separano la Sicilia dalla Calabria. “Non vorrei essere definito un eroe – ha sottolineato Riccardo Gallina. Sono solo una persona che ama mettersi in gioco e se una cosa non piace non la faccio. Vorrei ringraziare l’assessore, la Rete del Dono, gli sponsor, le ragazze e soprattutto mia figlia che durante la traversata dovrà pensare anche a me”.

Il torinese assieme al gruppo partiranno per la Sicilia domenica 30 luglio, il giorno seguente prenderà contatto con l’acqua per un piccolo allenamento e martedì verso le 9 la partenza per la storica impresa. L’assessore Finardi ha dato appuntamento a Riccardo Gallina per farsi raccontare quello che è successo durante la giornata del 1 agosto.

 

Fonte: Comune di Torino

Advertising