[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Commercio: Serracchiani, apertura Dipo è segnale di rinascita

da
Advertising


Zoppola (Pn), 25 luglio – È un segnale positivo per l’economia e l’occupazione del Pordenonese quello che la presidente Debora Serracchiani ha colto stamattina in occasione dell’inaugurazione del nuovo punto vendita Dipo, l’insegna austriaca dell’arredamento che fa capo al Gruppo Rutar.




“Un importante investimento nel settore del legno arredo, notoriamente settore caratterizzante dell’economia regionale, e un’occasione di rinascita per tutto il territorio”, ha commentato Serracchiani, evidenziando come “mi auguro sia la prima di una lunga serie di iniziative in un’area profondamente colpita dalla crisi ma che oggi ha tutte le condizioni per rinascere”.

Quello di Zoppola è il terzo punto vendita in Italia, dopo le aperture di Tavagnacco (Udine) e San Fior (Treviso) per il Gruppo Rutar, già presente in Austria e Slovenia. Come ha sottolineato il presidente e fondatore, Josef Rutar, l’azienda ha scelto di rilevare un capannone dismesso lungo la Pontebbana, in via Bixio 3, sia per la visibilità che per l’esposizione lungo un asse stradale che si rivolge ad ovest, favorendo la riconoscibilità del marchio che ora punta ad espandersi in tutto il Nord d’Italia.

A Zoppola troveranno occupazione da subito 50 addetti, “un numero di assunzioni che è un fatto straordinario” ha sottolineato ancora Serracchiani, ricordando come la Regione si sia impegnata ad attivare delle linee di finanziamento agevolate per l’area industriale del mobile “che rappresentano un importante elemento di attrattività a favore delle grandi e medie imprese ma anche dei piccoli fornitori e di tutto l’indotto”.

Un milione e mezzo di euro è l’investimento che il Gruppo Rutar ha sostenuto per un format commerciale che si fonda su un percorso espositivo tra vari componenti di arredo per la casa, provenienti sia da fornitori stranieri che italiani.

Sulle importanti ricadute economiche ed urbanistiche di questo nuovo insediamento si è soffermata anche il sindaco di Zoppola, Francesca Papais, per la quale “questo è un luogo simbolo del territorio, sede di importanti iniziative economiche per il nostro comune che, dopo la crisi, torna finalmente a vedere il sereno”. ARC/SSA/fc


 

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising